A Potenza il VII Festival Città Identitarie tra divi del cinema, scrittori e direttori Rai

0

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

A Potenza da domani 30 giugno a domenica 2 luglio prende il via il VII Festival Città Identitarie.

Venerdì 30 giugno ore 21.30

Potenza Nomen omen sarà il nome della serata-spettacolo che inaugurerà la VII Edizione della kermesse, pensata e ideata da Edoardo Sylos Labini fondatore e direttore di CulturaIdentità, che dal palcoscenico del Piccolo Teatro CeSAM (Centro Sperimentale delle Arti Mediterranee) farà viaggiare gli spettatori dentro i simboli identitari di Potenza, tra letteratura, storia e musica alla scoperta di chi ha reso la cittadina conosciuta nei secoli, coadiuvato dal giornalista e scrittore Gianfranco Blasi: tanti artisti, tra teatro, musica, e danza per conoscere un territorio ricco di storie e personaggi.

Potenza nomen omen è un modo per raccontare le radici di una città che ha saputo sempre rinascere, in un passato che riaffiora costantemente nel presente. Intensa, incisiva, incancellabile, la storia di Potenza custodisce in ogni angolo i segni di avvenimenti importanti: dalle sue antiche origini romane all’invasione dei turchi, dalla sua spinta risorgimentale fino ai suoi tanti terremoti.

Sul palcoscenico Edoardo Sylos Labini sarà affiancato dalla cantante e performer Arianna e dalla band diretta dal Maestro Valeriano Chiaravalle, insieme all’ironia di Federico Palmaroli, conosciuto dal grande pubblico per #lepiubellefrasidiOsho.

Potenza Nomen sarà un varietà culturale che vedrà la partecipazione straordinaria di alcuni dei più grandi nomi internazionali dello spettacolo, come Claudia Cardinale protagonista della pellicola del maestro Pasquale Squitieri Li chiamarono briganti incentrata sulla figura del bandito lucano Carmine Crocco. Un omaggio all’indomabile diva grazie anche alla partecipazione di sua nipote Francesca Cardinale, giovane e talentuosa attrice che vuole ripercorrere la strad dell’illustre zia.

Il famoso critico d’arte potentino Camillo Langone incanterà il pubblico facendolo viaggiare tra i monumenti simbolo della città, mentre Roberto Boninsegna, che con lo storico Potenza Calcio nel 1964-65 sfiorò la promozione in serie A, farà sognare i visitatori ricordando quella stagione magica.

Personaggi della cultura e dello spettacolo e dello sport ma non solo: il Premio La Città Sostenibile 2023 sarà dedicato al fondatore della Protezione Civile Maurizio Leggeri e sarà consegnato alla sua famiglia dall’AD Asacert Fabrizio Capaccioli mentre il Premio Artisti Art Now 2023 andrà a uno dei pittori e scultori più rappresentativi del territorio: Nino Tricarico.

Sabato 1 luglio ore 21.30

Sempre presso Piccolo Teatro CeSAM (Centro Sperimentale delle Arti Mediterranee) proseguirà il week end del VII Festival Città Identitarie con la serata spettacolo dal titolo Essere italiani con Giancarlo Giannini, per una serata da trascorrere insieme a una delle icone del teatro e del cinema italiano nel mondo, il mito Giancarlo Giannini, che deve parte del suo successo al connubio con una grande regista di origine lucana come Lina Wertmüller.

L’attore, che è legato a Potenza anche grazie al CeSAM, del quale è componente del Comitato Scientifico, duetterà con Edoardo Sylos Labini accompagnato dalle colonne sonore dei film della Wertmüller eseguite dal vivo dal maestro Sergio Colicchio e dalla cantante e attrice Mariangela Robustelli. Giancarlo Giannini si esibirà nell’interpretazione di alcuni dei discorsi di una delle figure centrali della politica italiana del Risorgimento, quella di Giuseppe Zanardelli, che fu il primo capo del Governo dell’Italia unita a recarsi nel Mezzogiorno tenendo proprio a Potenza uno dei suoi più famosi discorsi sulla questione meridionale e sull’approvazione della legge speciale per la Basilicata.

Non mancheranno sul finale della serata le immagini delle pellicole più famose della regista lucana che grazie all’interpretazione di Giannini hanno lasciato un segno indelebile nel costume del nostro Paese. Scene di film che saranno accompagnate dalle musiche dal vivo che faranno da colonna sonora a questi grandi successi simbolo di italianità nel mondo, riconosciuti proprio nelle scorse settimane con la celebre stella sulla Walk of fame di Hollywood. Con un ospite d’eccezione: il Direttore del CeSAM ed ex direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia Marcello Foti.

Domenica 2 luglio ore 21.30

L’ultima serata del VII Festival Città Identitarie protagonista sarà la musica: Da Leoncavallo al rock identitario, questo il titolo dello spettacolo finale, sarà un concerto che racconterà un percorso inedito dall’opera Pagliacci di Ruggero Leoncavallo – che vide la luce proprio a Potenza – al rock contemporaneo con una delle storiche band lucane, Compagnia dei Lupi, mentre i ragazzi del Conservatorio Carlo Gesualdo di Potenza musicheranno dal vivo alcuni dei più famosi brani dell’opera.

Per parlare del nuovo immaginario italiano saranno ospiti del direttore artistico Edoardo Sylos Labini alcuni importanti esponenti della RAI: il direttore di Rainews24 Paolo Petrecca e il direttore del Daytime Angelo Mellone.

Tutti i giorni dalle ore 18.30 in Piazza Duca Della Verdura: Leggere le Città Identitarie

Ogni giorno poi durante l’orario dell’aperitivo, una location suggestiva della città ospiterà la rassegna di libri Leggere le Città Identitarie, che darà spazio a editori minori e scrittori che ricorderemo personaggi, storie e paesaggi che hanno contribuito a dare una forte identità culturale al proprio territorio. Le presentazioni saranno moderate da direttori e vice direttori di importanti testate italiane.

30 GIUGNO 2023

Maurizio Leggeri, Una casa sicura per tutti, 2008, CGIAM, Centro di Geomorfologia integrata per l’area del Mediterraneo
Un libro sulla “cultura del mattone”, incentrato sul problema della sicurezza, sia per il pericolo rappresentato dall’obsolescenza dei materiali , sia per le sollecitazioni prodotte da fenomeni esterni, quali frane, alluvioni, terremoti e tornado

Maurizio Leggeri, I terremoti della Basilicata, EditricErmes, 1997, Per tutti i lucani il 23 Novembre non è un giorno qualsiasi. Il devastante terremoto che colpì l’Irpinia e la Basilicata quel 23 novembre di quarant’anni fa segnò la vita di tantissimi e ancora oggi il ricordo di quel dolore è indelebile nella memoria di chi lo ha vissuto.

Modera Fabio Dragoni, vicedirettore CulturaIdentità

1 LUGLIO 2023

Stefano Iasilli, Giancarlo Filiani e Oddone Attili, Il rosso e il blu, un secolo di calcio a Potenza, Museo Del Potenza Calcio, 2021

Una vera e propria Enciclopedia del Calcio a Potenza, con documenti originali e ufficiali recuperati in oltre 15 anni di ricerche presso biblioteche e archivi lungo tutta la Penisola, con testi e foto inedite (oltre 1600)

Modera Paolo Petrecca direttore Rainews24 – con la partecipazione di Lodovico Mazzolin Dg ICS

2 LUGLIO 2023

Donato Verrastro – Elena Vigilante, Emilio Colombo, l’ultimo dei costituenti, Laterza, 2017

60 anni di attività politica, dai grandi eventi della storia politica e istituzionale alle vicende di vita privata, è spesso arricchita da aneddoti poco noti: il quadro che ne scaturisce è un interessante spaccato della prima Repubblica

Modera Fabio Dragoni vicedirettore CulturaIdentità

Le serate del Festival sono ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti e sono realizzate con il contributo del Ministero della Cultura, il Centro per il Libro e la Lettura, il Comune di Potenza. Media partner Rai news 24 e CulturaIdentità. Partner l’Istituto per il Credito Sportivo ed il CeSam

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

4 × 3 =