IWBI e Green Building Council Italia avviano partnership per il benessere in edilizia

0

L’International WELL Building Institute (IWBI) e il Green Building Council Italia hanno avviato una partnership per promuovere il benessere negli edifici delle città italiane. Responsabile IWBI per l’Italia sarà Alessandro Miani, già presidente SIMA. Lo scopo è incentivare pratiche sostenibili e rispettose di ambiente e salute anche nel settore dell’edilizia e delle costruzioni per aumentare qualità della vita dei cittadini.

L’International WELL Building Institute (IWBI) – organizzazione internazionale che promuove la salute nel settore dell’edilizia pubblica e privata – presenta oggi una nuova collaborazione con il Green Building Council Italia (GBC Italia) volta a promuovere la consapevolezza e l’implementazione di standard di salute e benessere negli ambienti (abitazioni, uffici, edifici pubblici, ecc.) costruiti in Italia.

Con una crescente consapevolezza circa l’importanza di tutelare la salute pubblica e il benessere all’interno delle città e nelle comunità, l’IWBI ha scelto di impegnarsi attivamente in Italia attraverso una partnership strategica con il Green Building Council Italia. Questa collaborazione mira a sensibilizzare gli stakeholder chiave, le istituzioni e i cittadini in generale sui temi fondamentali legati alla creazione di ambienti domestici e di lavoro più sani e sostenibili.

A rappresentare l’IWBI in Italia sarà il prof. Alessandro Miani, già presidente della Società Italiana di Medicina Ambientale e membro del IWBI Government Council, che porterà la sua vasta esperienza e competenza per guidare gli sforzi nella promozione di standard di salute e benessere più elevati negli edifici delle città italiane.

La collaborazione tra IWBI e GBC Italia prevede una serie di attività tra cui la diffusione di standard e i protocolli su salute, benessere e sostenibilità; sensibilizzazione su pratiche edilizie salutari negli edifici, nelle organizzazioni e nelle comunità; conferenze ed eventi congiunti per promuovere le migliori pratiche nel settore dell’edilizia sostenibile; sostegno a politiche e regolamenti favorevoli all’edilizia sostenibile e al benessere occupazionale negli enti e nelle istituzioni governative.

“Siamo entusiasti di avviare questa collaborazione con il Green Building Council Italia. L’obiettivo è non solo sensibilizzare, ma anche collaborare fattivamente con le istituzioni, con le aziende, con l’industria dell’edilizia e i cittadini per integrare pratiche di costruzione sostenibili che promuovano la salute e il benessere di chi abita e lavora negli edifici” – dichiara Alessandro Miani.

“Le sfide associate al cambiamento climatico, compresi gli impatti significativi sulla salute pubblica, richiedono un approccio articolato e un profondo impegno alla collaborazione – ha affermato Ann-Marie Aguilar, vicepresidente senior di IWBI per la regione EMEA – Per contribuire a sostenere il settore immobiliare globale e affrontare queste vulnerabilità in evoluzione nei nostri edifici, siamo orgogliosi di unire le forze con GBC Italia e SIMA”.

“Il benessere dei cittadini è sempre più centrale per GBC Italia. Questa partnership strategica con IWBI rappresenta un passo fondamentale per rafforzare l’impegno del nostro Paese a favore della sostenibilità, unendo l’expertise di GBC Italia con l’approccio centrato sul benessere dell’International WELL Building Institute” – commenta Fabrizio Capaccioli, presidente del GBC Italia.

IWBI è un’organizzazione globale che promuove la salute e il benessere attraverso la realizzazione di edifici e comunità sostenibili. IWBI gestisce il sistema di certificazione WELL, il principale standard internazionale per gli ambienti costruiti che mirano a migliorare la salute e il benessere dei loro occupanti.

Il Green Building Council Italia è l’organizzazione di riferimento in Italia per la promozione di edifici e città sostenibili. L’obiettivo principale del GBC Italia è guidare la trasformazione del settore delle costruzioni verso la sostenibilità, promuovendo edifici ecocompatibili e comunità resilienti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

nove − sette =