“Italiani popolo di santi, poeti, navigatori e… ristoratori”

1

È un legame inscindibile in Italia tra i santi patroni e il cibo. Una fusione tra sacro e profano che dà il meglio di sé nelle celebrazioni locali dove la devozione religiosa si combina con le tradizioni culinarie regionali: le ricette tramandate di generazione in generazione così diventano parte delle celebrazioni, creando una “liturgia culinaria”. Lo racconta sulle pagine di “CulturaIdentità” in edicola dallo scorso 6 dicembre Benedetta De Fabritiis, nella sua rubrica “La città sostenibile” a cura di ASACERT.

Un approfondimento che racconta come questo legame non solo rafforzi l’aspetto religioso, ma contribuisca anche all’identità culturale locale e dunque nazionale. La cucina italiana, popolare a livello globale, mantiene vive le tradizioni anche attraverso nuovi strumenti, come la certificazione di autenticità come la ITA0039. Questo organismo contribuisce a preservare la vera cucina italiana all’estero, garantendo che i ristoranti rispettino ingredienti originali e non adulterati, considerando anche l’altissimo livello di qualità della produzione media nazionale messa a confronto anche con le eccellenze straniere. E aiuterà adesso che il nostro paese ha deciso meritoriamente di intraprendere la strada dell’interdizione alla carne sintetica e ad altri “mangimi per esseri umani” che la globalizzazione vorrebbe sostituire alle nostre prelibatezze.

Benedetta De Fabritiis ci presenta storie di ristoratori certificati, evidenziando il loro impegno nel mantenere viva la tradizione culinaria italiana all’estero. La certificazione diventa così un elemento di orgoglio per la comunità italiana all’estero, contribuendo a diffondere una percezione accurata e rispettosa della cucina italiana nel mondo.

1 commento

  1. Da trentasei anni gestisco un ristorante a Guadalajara, Messico. Lo chiamai “El Italiano” volendo fin da subito identificare lo stile di cucina che fosse il più possibile autentica.
    Ho sempre cercato di utilizzare prodotti originali in collaborazione con alcuni importatori.
    Abbiamo ottenuto il riconoscimento di “Ospitalità Italiana”. Potrei avere ulteriori informazioni?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

12 + 17 =