Un anno di grande cultura a Carmagnola

0

Dopo il periodo della pandemia sono tanti gli eventi e i nomi importanti nella cittadina piemontese

Dopo due anni “pandemici” che hanno limitato le attività, nel 2022 il Comune di Carmagnola ha messo in campo un ricchissimo cartellone culturale, per i propri cittadini e per numerosi turisti attratti da eventi di alta qualità, con l’obiettivo di valorizzare e promuovere il grande patrimonio culturale, storico e architettonico della città, collaborando con la Pro Loco, associazioni culturali, artisti e professionisti.

A giugno, il “Mese della Cultura” ha proposto un considerevole programma dedicato ad arti visive, musica, teatro e letteratura, come ad esempio la fiera del libro “Portici da Leggere” e il festival letterario “Letti di Notte” che ha riscosso un grandissimo successo grazie ad ospiti di alto profilo, tra i quali Piero Chiambretti, Enrica Bonaccorti, Antonio Caprarica, Veronica Pivetti e Beppe Severgnini.

Si è rinnovata la partecipazione ad Archivissima, quest’anno con un podcast realizzato dall’Archivio Storico della Città e dedicato all’avvio del servizio telegrafico in città alla fine dell’800.

Altra iniziativa importante è stata la realizzazione della Biblioteca sotto l’Albero, una bella casetta nel parco di Cascina Vigna che porta fisicamente il libro al centro della comunità.

Come sempre sono state numerose le iniziative culturali ed artistiche della Fiera Nazionale del Peperone, la cui 73^ edizione si è svolta a settembre con un’affluenza stimata in oltre 300.000 visitatori. Il collaterale Foro Festival ha proposto un programma di assoluto rilievo con ospiti principali Cristina D’Avena, Ivana Spagna, Mario Biondi e Bob Sinclar.

La Rete Carmagnola Musei – Ecomuseo della Cultura della Lavorazione della Canapa, Museo Tipografico Rondani, Museo Civico di Storia Naturale, Sinagoga, Museo Civico Navale, Palazzo Lomellini e Museo di Arte Sacra dell’Abbazia di Casanova – è stata valorizzata partecipando alla Notte Europea dei Musei e organizzando numerose mostre, visite ed eventi.

Importante per la memoria storica è stata “Nel Cuore di Maria – 5 secoli di devozione”, esposizione dedicata al 500° anniversario del primo Voto che la comunità cittadina espresse all’Immacolata Concezione Vergine Maria, ricorrenza alla quale sono state dedicate diverse altre iniziative.

“Tra magia e geometria. La Pittura di Francesco Casorati. Un percorso artistico indipendente” è sicuramente stato l’allestimento di maggior prestigio: una meravigliosa mostra che ha ripercorso le tappe più significative della lunga carriera dell’artista e che si è aggiunta alle numerose altre proposte della Festa di San Martino. Grande successo hanno avuto anche gli incontri con lo scrittore Paolo Domenico Montaldo e con lo storico Gianni Oliva sulla storia degli Alpini, ai quali è stata dedicata una mostra nella Chiesa di San Rocco.

Infine il bellissimo mercato del libro “Portici sa Leggere”, che ha racchiuso svariati appuntamenti letterari con ospite principale il giornalista Francesco Borgonovo, una mostra fotografica sui commercianti della città, musica, letture nei musei e proposte enogastronomiche.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

7 + sei =