Riccardo Turrà, il pittore classicista contemporaneo

0
Paesaggio di Castrovillari del Maestro Riccardo Turrà, databile approssimativamente agli anni '50 eseguito su tela di sacco. 40 x 50 cm circa - Facebook

Riccardo Turrà nacque il 24 maggio del 1913 ad Amantea nel cosentino; si trasferì nel 1940 a Castrovillari (CS) dove approfondì lo studio di pittura e scultura e vi trascorse tutto il resto della propria vita fino alla morte, avvenuta nel 1988 all’età di 75 anni. Fu docente presso l’Istituto Statale d’Arte che prese il nome poi di un altro illustre castrovillarese, “Andrea Alfano” del capoluogo del Pollino. Il Turrà fu apprezzato e ambito pittore della Calabria citeriore dove ebbe molte commissioni ecclesiastiche.

Ritratto di Suor Semplice Maria Berardi eseguito su commissione da Riccardo Turrà nel 1959 – Facebook

La sua pittura mostrava un forte accento classicistico con conoscenza della pittura contemporanea assimilabile, in molte sue opere, a Carlo Carrà e Amedeo Modigliani.

È possibile ammirare molti suoi affreschi presenti in importanti chiese calabresi come, ad esempio, quella di San Francesco di Paola a Castrovillari e nella Chiesa di San Giovanni Battista nel piccolo comune arbereshe di San Basile, solo per citarne alcune.

In questa sua opera è raffigurata Suor Maria Domenica Berardi, detta “Zì Monaca”, nata a Castrovillari il 16 luglio 1873. Fu una umile, semplice, generosa operaia del Signore che vestì l’abito nero per sua grande devozione verso Maria Santissima Addolorata e rinunciò ad entrare in convento scegliendo la vita di “monaca di casa”. Morì santamente il 23 marzo 1953. Il 23 marzo scorso si è concluso il processo di beatificazione di Zì Monaca e i suoi resti sono stati traslati e conservati nella Chiesa di San Francesco di Castrovillari.