Cultura del Soccorso: il Calendario dei Vigili del Fuoco

0

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

Ieri sera al Teatro Argentina è stato presentato il calendario istituzionale dei Vigili del Fuoco. Proprio noi, nell’ultimo numero della rivista, con Fernando Cordella, presente ieri all’evento, avevamo rimarcato che all’interno del numero dedicato alla Giornata delle Forze Armate non potevano mancare, loro i Vigili del Fuoco, coloro che, a fianco di altri Corpi dello Stato, si avvicinano al pericolo spingendosi a sacrificare – talvolta la vita – per salvaguardare le persone, gli animali e i beni di immenso valore artistico, architettonico e culturale.

Dal sito di Vigili del Fuoco, leggiamo che il neo Ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, ha evidenziato “L’esperienza e l’alta formazione professionale che da sempre contraddistinguono i Vigili del fuoco, che ne caratterizzano l’incisiva azione di contrasto agli incendi, con la consapevolezza di rivestire un ruolo centrale e imprescindibile nella cultura del soccorso pubblico e della protezione civile e che ne fanno un Corpo tra i più stimati e apprezzati nel mondo”

L’edizione del calendario storico 2023, nello svolgimento delle 12 tavole, vuole far conoscere gli uomini e gli eventi salienti che hanno portato alla creazione del Corpo Nazionale. Anche la scelta del Teatro Argentina non è casuale ma è parte integrante della narrazione poiché nel 1886, proprio nelle sale del teatro romano, si tenne il I congresso dei Corpi Pompieri, che fondò la Federazione dei Vigili Italiani e avviò il lungo processo che poi si concluse nel 1939 con l’istituzione del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco.

Presente anche il giornalista Alessandro Giuli, giornalista, scrittore e conduttore televisivo che ha definito l’importanza del calendario nell’ambito della comunicazione istituzionale.

Ha condotto la manifestazione con leggerezza e sottile ironia, l’attore e amico dei Vigili del fuoco, Pino Insegno. La serata è stata arricchita dalla banda del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco diretta dal Maestro Donato di Martile, con la partecipazione del tenore Francesco Grollo, che ha offerto ai presenti musiche e arie proprie del tempo raccontato dalle pagine del calendario 2023 dei Vigili del Fuoco.

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui