Con Raggruppamento SPA i mezzi militari d’epoca tornano a ruggire

0

SPA non vuol dire soltanto “Società per Azioni”: non lo sapevate, ma SPA era anche l’acronimo di quella Società Piemontese Automobili (o anche Società Ligure Piemontese) fondata da Michele Ansaldi (già Fiat-Ansaldi) e Matteo Ceirano che, dal 1906 al 1926, produceva veicoli militari e motori aeronautici per il Regio Esercito e la Regia Aeronautica (ma anche mezzi ad uso civile). Raggruppamento SPA è invece l’associazione, fondata nel 2008 a San Marino dal Presidente Fabio Temeroli (responsabile pubbliche relazioni Susanna Tartari) che si occupa del restauro e della conservazione di mezzi militari italiani della Prima e Seconda Guerra Mondiale, con particolare attenzione a quelli prodotti, appunto, dalla SPA. Numerosi i restauri realizzati nel corso degli anni da Raggruppamento SPA, come ad esempio l’autoblindo AB41, il carrarmato M15/42, la trattore d’artiglieria pesante Pavesi Tolotti (Prima Guerra Mondiale) e il carrarmato Fiat 2000 (il primo realizzato in Italia nel 1918), in scala 1 a 1 e costruito da zero a partire da un piccolo disegno: rigore filologico e ricambi originali (o, in mancanza di questi, con la riproduzione fedele ai progetti dell’epoca) sono le linee guida che hanno fatto conquistare all’associazione un posto di rilievo in un settore molto particolare del collezionismo, non solo italiano, anche attraverso importanti rassegne come La Linea gialla (contraltare della famosa linea gotica, ma sul fronte riminese) e Un appuntamento per la memoria, con mezzi militari storici affiancati a mezzi militari contemporanei. La pagina Facebook @SPAMilitare  è ricca di testimonianza fotografiche, mentre il sito (spa-militare.com) presenta un resoconto storico della SPA e una galleria di immagini di raduni, restauri, mezzi, documenti e…relitti ritrovati. Prossima sfida, la realizzazione di un museo a Rimini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui