A Besano per immergerci nei suoni della Natura

0

Una vera immersione nella natura e nel passato: storia del territorio, storia del contrabbando. Domenica 17 Ottobre andrà in scena a Besano (VA) lo spettacolo teatrale “La discesa del contrabbandiere”, nato dal lavoro del gruppo “Intrecci Teatrali”, promotore della rassegna “Piambello dal vivo”: eventi organizzati nei comuni della Comunità Montana del Piambello mirati alla riscoperta del territorio, capace di divenire palco-scenico di nuove storie, scoprendosi così al suo pubblico. E anche questa domenica il pubblico sarà coinvolto in modo immersivo grazie a cuffie wi-fi che permetteranno di ascoltare le voci degli attori e i rumori della natura, che si farà palcoscenico stesso per lo spettacolo. Gli attori reciteranno infatti nel parco del Rio Ponticelli, un’area immersa nel bosco a venti minuti di cammino dal paese, recentemente riqualificata dall’amministrazione comunale. Ritrovo alle ore 15,30 al Parco del Rio Ponticelli. Consigliato anche per i più piccoli, i posti saranno limitati (35/40), con partecipazione gratuita, ma obbligo di prenotazione: questa può avvenire tramite il sito.

INFO: intrecciteatrali@gmail.com – T: +39 331 31 93531 , oppure tramite i canali social della compagnia.

Lo spettacolo è stato pensato appositamente per questo luogo, con un testo che legasse due aspetti caratteristici della storia di Besano: il contrabbando e la presenza dei fossili. Il protagonista della vicenda è infatti un contrabbandiere che durante la discesa dalla montagna incontrerà sulla sua strada proprio dei fossili. Lo spettacolo vuole in questo modo omaggiare le scoperte archeologiche che hanno portato all’apertura a Besano del Museo dei fossili, inaugurato nel 1981 e a cui l’amministrazione ha prestato molta attenzione, infondendo nuova linfa vitale. Per raggiungere il luogo dello spettacolo bisognerà affrontare una breve passeggiata, che sarà molto di più di un semplice percorso nel bosco. A tutti saranno consegnate le cuffie wi-fi, da indossare durante la salita ascoltando passi di persone, il rumore delle foglie e degli animali. L’obiettivo è rendere l’esperienza ancora più speciale e al tempo stesso rispettare i suoni della natura, in una chiave di “silent show”.

“Abbiamo fortemente voluto che il tema dello spettacolo fosse un tema identitario, e sono felice che siano stati scelti proprio i due aspetti più profondi della storia di Besano. Vi aspettiamo quindi questa domenica!” è il commento del sindaco Mulas.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

19 + dieci =