CulturaIdentità: eventi in tutta Italia per sostenere la nostra voce libera

1

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

CulturaIdentità compie 5 anni: non è ancora la maggiore età, ma in un contesto economico di lunga durata dove i giornali (di carta) hanno il fiato corto e l’informazione va per Internet e social vari, è come se il progetto avesse già la saggezza di chi ha la vista lunga. Quindi, altro che maggiore età: è la visione che solo i capitani coraggiosi possono avere. 5 anni, in questo contesto, non sono pochi, anzi: sono già un record, visto che altri aprono e chiudono nello spazio di un mattino oppure boccheggiano. Il tutto senza chiedere un sussidio all’apparato statale, di riffa o di raffa come fanno praticamente quasi tutti tranne poche eccezioni. Un prodotto di qualità che copre una nicchia che è in realtà un giacimento, cioè la storia, l’arte e in generale la cultura dell’Italia dei borghi e delle piccole città di provincia: i territori che emergono sempre più con la loro forza tranquilla su una globalizzazione che sta mostrando le corde. Stiamo forse avvicinandoci piano piano a un miracolo, se non economico, almeno culturale come lo era quello dell’Italia del dopoguerra fino agli straordinari anni Sessanta? Può essere, soprattutto finché continueremo ad esserci noi a guardia dalle storture del progressismo chic che vuole farci credere che le cavallette siano più buone dei prodotti enogastronomici italiani (citofonare UE). Con giornalisti, artisti, intellettuali ed imprenditori, in difesa non solo dell’identità e dei simboli culturali dei nostri territori, ma anche da certe brutte pieghe che stanno prendendo certi fatti di livello nazionale come Miss Italia, da cui sono nate alcune delle migliori artiste del cinema e dello spettacolo che hanno fatto e fanno grande l’Italia, che salta per far posto alle drag queen. Noi continueremo a fare quello che faceva il servizio d’ordine del PCI ai bei tempi (loro): lo chiamavano presidio democratico, noi il nostro lo chiamiamo presidio culturale.

Ecco che allora, sul motto dannunziano “Io ho quel che ho donato”, il mensile nato nel febbraio del 2018 chiede il sostegno dei propri lettori e di tutti quegli italiani che ci vogliono aiutare a raccontare l’Italia dei borghi e delle piccole città di provincia: visto che hanno appena mandato una sonda intorno alla Luna, ci vien da dire che una donazione è un piccolo passo (per un sostenitore del progetto), ma un gigantesco balzo per la cultura.

CulturaIdentità ha una rete di un centinaio di responsabili territoriali con sedi in tutta Italia e festeggerà i primi 5 anni di vita con una serie di eventi a sostegno dell’Associazione che si terranno da Roma a Milano, Genova passando per le Isole fino alla Puglia, dalla Ciociaria al Canavese, dal Piacentino ai Colli Euganei, da Pesaro a Crotone.

Nel dettaglio ecco il calendario:

3 DICEMBRE, ANTICA STAZIONE, GRAZZANO VISCONTI, Viale Stazione 1, VIGOLZONE (PC), ore 16
Fabio Callori, Prof Roberto Chiarini

4 DICEMBRE, LIAN CLUB, ROMA, ore 22
Cena e concerto con il gruppo musicale di Chiara Capobianco Izy Beat e sulla banchina del Tevere gli stornelli della tradizione romanesca.
Ospiti la soprano Alma Manera, l’attore Leandro Amato e la cantante e attrice Noemi Smorra che proporranno dei brani tratti dall’abum Musicanti di Pino Daniele. Dal palco in pieno stile dannunziano Edoardo Sylos Labini reciterà alcuni versi del Vate d’Annunzio.

7 DICEMBRE, HOTEL-RISTORANTE MEMMINA, via Maria 172, FROSINONE, ore 18.30
Antonio Abbate responsabile Lazio di CulturaIdentità ospita il presidente Edoardo Sylos Labini in una serata concerto con il Maestro Daniele Ingiosi (Fisarmonica Bayan e Bandonéon) e Ilenia Valeri (voce). Arriveranno sindaci e assessori dei tanti comuni della Ciociaria che hanno aderito alla rete delle Città Identitarie.

7 DICEMBRE, HOTEL DUE PAVONI, Via Fiume, 79, PESARO, ore 20.30
Una cena per sostenere il lavoro sul territorio pesarese , ospiti dei responsabili marchiginai Max Baronciani ed Elena Mondello saranno Fiorenzo Giammattei, Avv. Floro Bisello

9 DICEMBRE, SEDE CULTURAIDENTITA’ CANAVESE, via San Rocco 9, COURGNE’ (TO), ore 18:30
Aperitivo a supporto di Cultura Identità realizzato col contributo di produttori enogastronomici canavesi
Interverranno Dario Noascone (responsabile Canavese), Fabrizio Bertot (responsabile Piemonte), Edoardo Sylos Labini, On. Augusta Montaruli, Consigliere Regionale Maurizio Marrone

10 DICEMBRE, SEDE FDI, Via Fausania, angolo via Sassari, OLBIA, ore 18.30
La famiglia di CulturaIdentità cresce anche in Sardegna , dopo l’adesione di La Maddalena con il vice sindaco Federica Porcu ad Olbia per aggregare nuove energie.

11 DICEMBRE, IL MARCHESE, Via dei Bossi 3, MILANO, ore 18.30
Un aperitivo in uno dei locali più esclusivi di Miano, Il Marchese, in compagnia della responsabile lombarda
Francesca Giarmoleo e di Edoardo Sylos Labini con gli amministratori delle Città Identitarie ed i sostenitori della regione Lombardia.

12 DICEMBRE, FARMACIA ALCOLICA, via Alloro, 133, PALERMO, ore 19

Nel cuore del capoluogo siciliano un aperitivo con il responsabile regionale Giuseppe Di Blasi insieme ad amministratori pubblici e ai tanti siciliani che sostengono il nostro movimento.

13 DICEMBRE VILLA CONTARINI, via Giuseppe Verdi 4, MONSELICE (PD), ore 20.30
In una suggestiva location sui Colli Euganei Edoardo Sylos Labini e Alvaro Gradella, regista e responsabile Veneto di CulturaIdentità leggeranno alcuni brani dannunziani per festeggiare i primi 5 anni del movimento.

15 DICEMBRE, DOMUS CULTURA, via Chiossone 6/4, GENOVA, ore 17:30
Conferenza “Il tramonto dell’Occidente?” organizzata da Domus Cultura con importanti relatori, presentazione di CulturaIdentità con il presidente Domus Cultura Rodolfo Vivaldi, il giornalista e saggista Alberto Rosselli e il responsabile CulturaIdentità Genova Andrea Lombardi.

18 DICEMBRE, CORSO FEDERICO II DI SVEVIA, ALTAMURA, ore 11
Concerto itinerante gruppo musicale Mulieres Garganiche tra tradizione e solidarietà nelle vie della cittadina pugliese grazie all’impegno del responsabile territoriale Carlo Moramarco.

23 DICEMBRE, Istituto di Istruzione Superiore Sandro Pertini, via Matteotti 26 CROTONE, ore 18
Un convegno dal titolo “Crotone è Pitagora, tra identità e rivoluzione”. Relatori:
Prof. Spartaco Pupo ordinario di “Storia delle dottrine politiche” – presso l’Università della Calabria;
Dott.ssa Mariangela Preta, archeologa, direttrice del Polo Museale di Soriano ( VV);
Prof. Francesco Parisi docente di “Storia e filosofia” presso Liceo ‘G.V. Gravina” di Crotone;
Modera l’incontro la giornalista Francesca Russo.
“Il Mito in Musica”Interventi musicali a cura del soprano Teresa Cardace e del pianista Francesco De Siena.

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

Per informazioni sugli eventi:
Tel: +39 0696045231
Email: info@culturaidentita.it

Per Sostenere questa voce libera della cultura italiana si può inoltre fare una donazione a:
ASSOCIAZIONE CULTURAIDENTITA’
IBAN IT93F0103034311000001771105

oppure si può donare tramite paypal e carta di credito al seguente link:
abbonamento.culturaidentita.it

1 commento

  1. Io ho quello che ho raggiunto e acquisito con la mia Coscienza superiore alla mia immedesimazione terrena. E’ solo questo, che conta. E se una società non ha questa veduta interiore anche solo implicita e non dichiarata, tenuto conto che gli esseri umani non sono affatto uguali e c’è chi è genio e c’è chi è simile alle bestie, tale società è pur sempre senza nerbo e virilità. E le sue opere artistiche e culturali lo saranno corrispondentemente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui