Sono tempi bui: seguiamo Dante come “I Fedeli d’amore”

9

Ospite di Vox Italia Edoardo Sylos Labini editore e fondatore di CulturaIdentità, di cui è in edicola il nuovo numero di gennaio, dedicato ai 700 anni della morte di Dante Alighieri: la Patria nasce con Dante, cioè con un poeta. La lezione dantesca è culturale e politica.

Eppure i sacerdoti del politicamente corretto se potessero metterebbero la mascherina pure a Dante: e non a caso, nel numero in edicola di CulturaIdentità c’è un’immagine dedicata alla furia iconoclasta del politicamente corretto che vorrebbe dare a Dante di islamofobo, antisemita e quant’altro, senza considerare il contesto.

L’idiozia del politicamente corretto ha raggiunto oggi livelli ineguagliabili: è il demonio di oggi e le anime belle che lo professano sono traditori della Patria. Non a caso Dante li mette nel cerchio dell’Inferno (Bruto, Cassio, Giuda).

E chi sono i traditori della Patria di oggi? Sono al governo e rappresentano il Governo dei traditori. E gli ignavi, dove li metterebbe Dante gli ignavi di oggi? Forse, tra i giornalisti, il direttore del quotidiano Il Fatto.

Bergoglio fa politica: non sembra un Papa. Non si occupa di spiritualità. Entra a gamba tesa nelle vicende dei cittadini.

“Prendete e vaccinatevi tutti”: sembra il nuovo obbligo morale imposto dalla Chiesa di Bergoglio. Almeno Papa Wojtyla era un attore! Tornasse Papa Wojtyla!

La crisi pandemica mondiale inizia con un’immagine dantesca, un’immagine dell’Inferno o del Purgatorio: il Papa che schiaffeggia quella fedele cinese.

Dante dove lo collocherebbe nella Divina Commedia? Non lo possiamo sapere: è appena iniziato il Reset Mondiale, chissà dove andremo a finire e chissà quale sarà il ruolo di Bergoglio insieme ai vari premier nazionali, che intanto hanno appena stretto un accordo pericoloso con la Cina: chiudono le aziende e i cinesi adesso sono pronti a comprare il nostro Paese.

Mentre il Governo prosciuga le ricchezze degli italiani, Bergoglio prosciuga la spiritualità delle persone: ridicolizza il senso del Sacro. C’è un lavoro simmetrico? Loro prosciugano i conti correnti e lui prosciuga le anime?

Le scelte di Bergoglio vanno di pari passo con le scelte globaliste, che chiudono gli account social di un Presidente USA reputato scomodo. E’ una compagnia di giro che la sinistra mondialista sa creare molto bene, basti pensare a quello che ha fatto in campo culturale. I social ormai sono tutti della sinistra globalista e chi non la pensa come loro viene messo da parte.

La UE è la faccia feroce di questo schema, ma guardiamo a casa nostra: il Paese sta fallendo e questi uomini indegni si scannano per le poltrone. Sanno benissimo che in caso di elezioni il centrodestra vincerebbe con più del 50%.

I 5 Stelle hanno fallito e verranno accusato di alto tradimento: sono stati un bluff, hanno preso in giro milioni di italiani.

Il sistema mediatico è ormai un sistema digitale social in mano al mondo globalista: sarà sempre più difficile comunicare. Dovremmo fare come Dante, che organizzò una setta segreta chiamata “I fedeli d’amore”, cioè quell’idea di Patria che piano piano si sarebbe venuta a formare. Sono tempi bui: gli intellettuali non schierati saranno costretti a comunicare in modo carbonaro.

Chi è la Beatrice di oggi? La nostra Patria. L’Italia è una donna straordinaria.

I nostri figli sono una generazione che rischia il vuoto pneumatico: sono ragazzi che non si sanno più ribellare. In Italia non si protesta più. Hanno tolto pure lo sfogo dello stadio. Nemmeno in guerra cinema, musei e teatri erano chiusi: e quando chiudi anche le palestre, chiudi il corpo e la mente dei cittadini, che così si trasformano in replicanti lobotomizzati con la paghetta del reddito di cittadinanza.

Il regime maoista che sta chiudendo accordi con il mondo globalista della UE è il connubio perfetto per renderci tutti schiavi. Si abbattano i Governi che aderiscono a questo progetto di distruzione dell’identità dei popoli.

SOSTIENI LA NOSTRA VOCE LIBERA

9 Commenti

  1. Io ci metterei anche Mattarella, completerebbe il triangolo magico del tradimento!!! Zingaretti e suoi scagnozzi contano poco, perchè e riconosciuto che la loro democrazia all`italiana, è una ramificazione di Mafia, Camorra e N`dragheta messe al governo per sabotare il nord del paese ed il Centro-Destra””

  2. Sono dei criminali. Per colpa loro c’é chi si é suicidato, per colpa loro un’infinità di piccol aziende sono fallite, altre non riaprono. L’Italia é stata ASSASSINATA questa é la verità.
    QUESTI SONO DEI CRIMINALI.

  3. questi vermi vorrebbero anche obbligarci alla porcheria del vaccino, perchè ?? se è la soluzione dovrebbe garantire la protezione !! o no ?? e perchè i vermi ostacolano in ogni modo le medicine normali anti covid ??
    quindi completiamo la identificazione dei vermi, essi sono i vermi rossi

  4. Per essere traditori della Patria prima bisognerebbe riconoscere di averne una. L’Italia è solo una “entita geografica” per il resto ogni Regione naviga a vista secondo i propri interessi e di conseguenza ogni politico pensa a se e alla sua “parrocchia”. A me pare che lo Stato non abbia più alcun controllo e viene bene espresso dal comportamento di alcune Regioni fra cui Campania, Calabria, Sicilia e altre a seguire dove, a quanto pare, chi controlla ha altri interessi rispetto a quelli nazionali ed alla legalità.

  5. Sylos Labini: per Dante la Beatrice non era affatto la Patria, ma l’Intelligenza Attiva, principio metafisico riflesso nelle facoltà umane che consente all’uomo la visione beatifica delle realtà spirituali.
    Le consiglio “La Beatrice svelata. Preparazione all’intelligenza di tutte le opere di Dante” del Peres.
    Per il resto i globalisti non sono altro che l’evoluzione della sinarchia massonica il cui scopo è la realizzazione di un piano messianico coltivato da secoli.

  6. I temi sarebbero tanti, troppi per il poco spazio a disposizione. Tuttavia mi soffermerei sui “traditori della Patria”, perché troppo nutrita è la schiera dei facenti parte. Cominciamo col PD in blocco, sempre pronto a prendere iniziative contro gli italiani (non ultima la cancellazione dei decreti Salvini), nascondendole dietro la cortina fumogena del “bene del Paese”; poi coi 5stelle, traditori seriali del loro imbarazzante elettorato (si sono rimangiati di tutto, dall'”onestà, onestà!” alla TAV, TAP, Whirpool, ILVA, “uno vale uno”,…); poi con Mattarella che, dopo aver benedetto questo governo-vergogna, tace sulle disastrose indecisioni frutto dell’impreparazione, inadeguatezza, improvvisazione, … e soprattutto tace sulla putrescente situazione della magistratura. Potrei dire qualcosa anche su qualche membro dell’opposizione ma lasciamo stare…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

due × quattro =