L’Aquila accende il Natale con la pioniera della fotografia femminile

0

Restituito alla città il tratto di Corso Vittorio Emanuele II, compreso tra i Quattro Cantoni e Piazza Duomo, con la nuova pavimentazione in pietra calcarea. Si tratta del primo lotto di opere, dal costo complessivo di 3,7 milioni di euro e, tra febbraio e marzo, l’impresa aggiudicataria proseguirà con ulteriori interventi, sia nell’area che conduce da Corso Vittorio Emanuele II verso la Fontana Luminosa sia in quella che collega Piazza Duomo alla Villa Comunale.   

Contestualmente è stata inaugurata anche la mostra, promossa dal Comune dell’Aquila con la collaborazione del Gruppo di azione civica Jemo ‘nnanzi, dedicata alla figura di Amalia Sperandio, la pioniera della fotografia e dell’emancipazione femminile che attraverso i suoi scatti ha raccontato L’Aquila del primo Novecento. La cerimonia è poi proseguita con l’accensione dell’albero di Natale di piazza Duomo, offerto dalla Camera di Commercio, cui hanno partecipato i ballerini della scuola di danza Paq Center d i bambini dell’associazione Sanfilippo Fighters –  impegnata  raccolta fondi per la lotta alla sindrome di Sanfilippo – che hanno contribuito all’allestimento dell’arbusto con palline recanti messaggi di sensibilizzazione della comunità nei confronti di questa rara malattia che colpisce i più piccoli mentre la giovane cantante aquilana dodicenne a Aurora Balassone ha tenuto una breve esibizione.  

 “Gli operai hanno lavorato giorno e notte per ultimare i lavori nei tempi previsti e riconsegnare questo primo tratto di pavimentazione realizzata con materiali, condivisi con la Soprintendenza, in cui si concentrano tradizione, bellezza e funzionalità. Su tutta la zona interessata dai lavori è stata istituita un’area pedonale permanente – come stabilito oggi dalla giunta comunale – è stato realizzato un nuovo impianto di illuminazione e sarà dotata di telecamere di videosorveglianza e altoparlanti per la filodiffusione. Le zone di carico e scarico merci sono state redistribuite e trasferite in largo Pischedda, piazza Palazzo, piazza IX Martiri e Corso Federico II” hanno dichiarato il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi e il vice sindaco, Raffaele Daniele. 

“Abbiamo scelto di arricchire questo momento comunitario con l’esposizione dedicata alla figura straordinaria della fotografa aquilana Sperandio e l’accensione dell’albero di Natale, dando  ufficialmente inizio alle festività natalizie in città”.  

“I nostri ringraziamenti giungano alle imprese Rosa Edilizia per i lavori – in particolar modo alle maestranze che instancabilmente non si sono risparmiate per consegnare l’opera nei tempi previsti – e Cobar per l’allestimento della mostra, il Provveditorato alle Opere pubbliche e l’Ufficio Speciale per la ricostruzione dell’Aquila per il supporto fornito, il gruppo Jemo ‘nnanzi per la collaborazione  e la One Group edizioni per le immagini che aquilani e turisti potranno ammirare in questi giorni di festa, la Camera di Commercio, dirigenti, funzionari, tecnici e operai comunali. Ognuno ha fornito il proprio contribuito per donare alla città elementi che impreziosiscono il centro storico nel periodo più suggestivo dell’anno”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui