​Mede@, con la cultura contro la violenza in genere e di genere

0
fonte progettomedea.org dicembre 2019

​Mede@ è un’associazione di rilievo nazionale per la lotta contro i fenomeni di violenza in genere e di genere. Incontriamo il suo presidente, Daniele Natalizia.

Quando nasce l’associazione?
«Mede@ nasce nel 2017, su iniziativa e impulso dei suoi soci fondatori (cinque uomini, unica nel suo genere) per dare un reale contributo alla lotta contro i fenomeni di violenza in genere e di genere. E’ composta da un team di professionisti, donne e uomini, avvocati, psicologi, assistenti sociali, sociologi, educatori e volontari, che hanno messo a disposizione la propria professionalità per contrastare la violenza e soprattutto prevenirla (Alberto Polini, avvocato e coordinatore nazionale, Anita Mangialetto, avvocato e responsabile nazionale Area Penale, Catia Acquesta portavoce, Vittorio Greco, Salvatore Grisia fondatore, Giampaolo Emili fondatore, Anna Pola Santucci psicologa, Susanna Loriga Criminologa, Rita D’Arcangelo psicologa, Anna Calabresi psicologa, Niccolo Casinelli, avvocato, Andrea Sommavilla Resp. Campagna EM-ME, Valentina Bellosa psicologa)».

In cosa consiste l’attività dell’associazione?
«Oggi il ProgettoMede@ consta di 12 sportelli di orientamento e supporto alle vittime su tutto il territorio nazionale: l’obiettivo è quello di creare una rete territoriale sempre più fitta, per svolgere un costante e capillare servizio di informazione sui fenomeni di violenza in generale (bullismo, stalking,  mobbing,  di genere). L’ultima campagna di informazione non si è fermata neanche dinanzi al Covid: nel 2020, in piena emergenza pandemia, abbiamo lanciato la campagna “EM-ME”, con lo scopo di raccogliere fondi per intraprendere un percorso formativo nelle scuole, coinvolgendo attori e personaggi dello spettacolo in veste di insegnanti. Vogliamo trasmettere ai ragazzi modelli virtuosi replicabili, per educare alla non violenza e a prevenirla. Abbiamo girato tutta l’Italia con oltre 40 convegni e proprio giovedì prossimo, 4 novembre, saremo in aula dinanzi ai ragazzi delle scuole superiori di Arpino a Frosinone con Primo Reggiani, Francesca Valtorta, Greta Mauro, Jessica Antonini».

«Nel 2018 l’associazione Mede@ ha presentato e firmato la Carta di Taormina, un documento redatto per sensibilizzare la società civile e che si rivolge al mondo associativo, sottoscritta anche da Unione Nazionale Vittime, con cui collaboriamo – continua Daniele Natalizia –   e il prossimo 25 novembre, dopo un anno di assenza, si svolgerà a Venezia la seconda edizione del PremioMede@ conferito a personalità della comunicazione, della cultura e dello spettacolo, dello sport, del sociale e dell’industria, che si sono impegnate concretamente per contrastare ogni forma di violenza». 

Nell’edizione 2019 sono stati premiati Antonella Armentano per Rai Tre e Pierangelo Maurizio per Quarto Grado, Paola Cortellesi e Maurizio Cohen, Francesca Bottalico responsabile ANCI e Assessore Comune di Bari, Gennaro Varone, magistrato, Fabiola Furnari, sostituto procuratore, Fondazione GLT e Poste Italiane, madrina d’eccezione Anna Fendi, che ha aperto la serata con un intervento denso di emozioni. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

sedici − dieci =