Ascoli Piceno fra le eccellenze governative d’Europa

0

ABBONATI A CULTURAIDENTITÀ

Il Comune di Ascoli Piceno ha ottenuto il Marchio europeo di eccellenza della governance (Eloge – European label of governance excellence), con il contestuale inserimento nell’elenco europeo dei Comuni virtuosi.

La commissione nazionale del programma Eloge Italia ha infatti attribuito ad Ascoli, e ad altre realtà locali che hanno raggiunto “alti livelli di buon governo”, questo prestigioso riconoscimento del Consiglio d’Europa.

“Siamo felici di veder riconosciuto il nostro impegno sul fronte della governance democratica – ha detto il sindaco Marco Fioravanti – Il nostro obiettivo è quello di rendere effettiva la partecipazione democratica e condividere con la comunità le scelte dell’amministrazione per il benessere di tutti i cittadini”.

Per la presentazione della domanda di partecipazione sono state necessarie numerose attività, dalla redazione di un documento illustrativo sulle azioni intraprese dal Comune di Ascoli, alla somministrazione dei questionari ai cittadini, ai dipendenti e agli amministratori.

“Ottenere il Marchio europeo di eccellenza è un orgoglio – ha detto il presidente del consiglio comunale, Alessandro Bono – e certifica il buon percorso che l’Amministrazione sta portando avanti. Vogliamo proseguire su questa strada per far sì che l’azione del Comune sia sempre più orientata ai principi del buon governo democratico”.

Principi che sono incisi sulle dodici facce del dodecaedro di cristallo, simbolo del Marchio, e che si sostanziano in maggiore partecipazione, efficacia e coerenza dell’azione amministrativa. “Partecipazione civica, etica, competenza, innovazione, visione a lungo termine, diritti umani, responsabilità: questi – ha spiegato il segretario generale, Vincenzo Pecoraro – sono alcuni dei dodici principi alla base del progetto Eloge. Valori fondamentali a livello europeo, da applicare negli enti locali e per i quali lavoriamo quotidianamente”.

Il Marchio è valido per un anno e riconosce al Comune di aver raggiunto gli standard del Consiglio d’Europa. La consegna avverrà durante una cerimonia in programma giovedì 1 dicembre a Venezia.

ABBONATI A CULTURAIDENTITÀ

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui