La Nazionale non si inginocchi agli Europei

0

L’ipocrisia Liberal torna a strumentalizzare anche la passione e lo sport: nel corso di Euro2020 stiamo assistendo alla consueta scena dell’inginocchiamento di squadra prima della partita. Motivata fintamente dalla lotta al razzismo, introdotta in seguito alle proteste post assassinio di George Floyd, l’iniziativa ha ottenuto dal principio l’adesione e la sponsorizzazione del mainstream e di commentatori politicamente corretti. Eppure, siamo convinti che vi sia una grande differenza tra la sacrosanta lotta alle discriminazioni e la strumentalizzazione di essa. Infatti, nulla c’entrano rispetto ed integrazione con un gesto di sottomissione che ha dimostrato di appartenere ad un contesto, quello dei Black Lives Matters, a cui nulla interessa realmente dell’uguaglianza delle persone. Pertanto, ci auguriamo che possa presto cessare questa tradizione insensata e si possa tornare al rispetto vero. Quello della sfida e della competizione, dove non si pretendono umiliazioni ed azioni false a favore di telecamere. Inoltre, ci auguriamo che l’Italia non si aggiunga mai all’elenco dei partecipanti. Soprattutto ora che con la tragica vicenda di Saman comprendiamo come alcune culture non bisogna integrarle, piuttosto da esse urge difendersi.

CLICCA QUI E SOSTIENI LA NOSTRA VOCE LIBERA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

diciotto + 12 =