Sylos Labini: “Aspettano di entrare nell’Europa dei burocrati?”

0

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

Ospite questa mattina a Rai News 24 il direttore e fondatore di CulturaIdentità Edoardo Sylos Labini sulla guerra in Ucraina e l’incontro di Draghi a Washington con Biden:

Il viaggio di Draghi in USA: fin dal suo insediamento al Governo, Draghi è apparso come un premier tranquillizzante per il deep state USA. Ha fatto bene a puntualizzare a Biden che gli Europei non vogliono la guerra, ma vediamo se dalle parole si passerà ai fatti, sappiamo come Biden avesse soffiato sul fuoco nelle scorse settimane. Lavorare con la diplomazia per la pace è la direzione giusta, aspettiamo il dietro le quinte di questo incontro di Draghi con Biden.

La richiesta di adesione alla UE di alcuni Paesi europei ci porta alla commedia “Aspettando Godot”. Ma chi è Godot? E’ la UE che vuole togliere sovranità ai popoli? Conviene entrare in questo grande Moloch monocratico? Va preservata la sovranità di ogni singolo Paese. Ogni nazione dovrebbe allinearsi a una visione culturale oltre che economica: o c’è una visione culturale che unisce il continente europeo (l’Europa dei popoli) oppure rimarremo vittime della macchina burocratica della UE.

La posizione netta di Giorgia Meloni sul conflitto: un duello Letta Vs Meloni? Giorgia Meloni ha condannato l’invasione di uno Stato sovrano, è stata chiara fin inizio anche per evitare strumentalizzazioni a sinistra. Certamente in una visione più larga a livello geopolitico si può dire che Putin sia stato provocato, ma questo non vuol dire che essere critici degli USA voglia dire che siamo tutti putiniani.

La follia degli artisti, sportivi e scrittori russi censurati, il modo peggiore per affrontare il conflitto: non bisogna confondere la cultura russa con il potere

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui