Goffredo Mameli e l’Inno d’Italia

0
Manifesto propagandistico del 1910 riportante lo spartito del Canto degli Italiani e un testo a cinque strofe. Non è richiamata quella che è nota come quinta strofa: in sua vece è stampato il sesto gruppo di versi, cioè la strofa introdotta successivamente e quasi mai eseguita

Goffredo Mameli (Genova 5 settembre 1827 – Roma 6 luglio 1849) è stato poeta, politico, giornalista, combattente e patriota. Il 10 dicembre 1847 presentò il Canto degli Italiani a Genova durante le celebrazioni della rivolta del Balilla e il successo del brano, musicato da Michele Novaro, fu tale che divenne una specie di inno per tutti i combattenti per l’unità d’Italia. Morì a Roma durante la Repubblica Romana ma il suo sacrificio rimase nei cuori e il 12 ottobre 1946 finalmente il suo Canto divenne Inno provvisorio della Repubblica italiana. Sono con la Legge 181 del 4 dicembre 2017 il Canto è diventato definitivamente l’Inno d’Italia.