Il mondo alla rovescia, da Capitol Hill a Pfizer ogni scherzo vale…

0

Nel numero in edicola di CulturaIdentità il grande Paolo Guzzanti ha formato un pezzo di straordinaria provocazione, usando come lingua ina sorta di “grammelot” a metà fra l’antico italiano e il contemporaneo. IN un mondo in cui, Carnevale o no, tutto sta andando per davvero alla rovescia, questo contributo di Paolo Guzzanti, nella sua tragica ironia, calza a pennello su questa surreale realtà (Redazione)

Carnevale? In maschera? Chirurgica o assistenziale? da Paolo Cinelli Pulcinella o da azienda sanitaria locale? Momentaneamente non siamo in grado di rispondervi, provate a inumarvi poi passiamo noi per la raccolta ceneri differenziate. Oppure carnevale, ma come? Gli schiavi si vestono come padroni e si rendono ridicoli per eccesso di sbuffi […]Ma come! Ecco a voi lo scherzo di carnevale e da prete del vaccino Piufizzèer che però cucù non c’è. Non c’è. Ve lo siete fatto a metà? E sete fottuto. Scherzo di Carnioval. Ne avete fatto uno russo o cinese e mo’ so cazzi[…] Non si media non si madia nella madia ci stace u bambino e intorno i trentatré re Macci, che portano cannabis, oro a lingotti, azioni e bitcoins, birra nera, birra bianca ma i pastori li scacciano a forconate perché sono cinque stelle e vedono solo la stella cometa e devono spaccà u parlamento come la scatola di tonno ma quelli che lo fanno a Capitol Hill […] Mo’ t’hanno sbarrato la frontiera, passa solo o virus, l’umane non si passa, solo l’ìnfezione gira allegra […] Voi crepate? Bravi: cos’imparate a dimenticare che il vaccino l’ha fatto Trump con le sue provette […]

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SU CULTURAIDENTITA’ IN EDICOLA

CLICCA QUI E SOSTIENI LA NOSTRA VOCE LIBERA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

diciannove + 13 =