A Lombardore un monumento dedicato ai Paracadutisti della Brigata “Folgore”

A Lombardore un monumento dedicato ai Paracadutisti della Brigata “Folgore”

Dalla sabbia rovente di El Alamein, ai sobborghi di Mogadiscio, fino alle montagne dell’Afghanistan i loro baschi color amaranto hanno sempre rappresentato il meglio che l’Esercito Italiano potesse schierare sul terreno. Sono i paracadutisti della Brigata “Folgore” e presto, grazie all’Associazione Paracadutisti del Canavese, avranno un monumento dedicato a tutti i loro caduti in guerra, nelle missioni di pace e sui campi di lancio. Sarà infatti inaugurato il 31 marzo, presso il comune di Lombardore, il “Monumento ai Paracadutisti d’Italia”, un segno tangibile di quanto il territorio a nord di Torino senta forte il legame con i parà. “Siamo riusciti a realizzare un sogno – spiega Pietro Borghesio, presidente dell’Associazione Paracadutisti del Canavese -. Di questo bisogna ringraziare innanzitutto il sindaco di Lombardore, Diego Maria Bili, Primo Capitano dei Paracadutisti Elicotterista e tutti i parà che in questi anni si sono spesi per iniziative ed eventi in grado di rendere vivi i nostri valori. Un paracadutista non smette mai di essere tale, in pace e in guerra”. La cerimonia di inaugurazione prenderà il via alle 9.15 con gli Onori alla Bandiera. Seguiranno la Santa Messa, lo sfilamento lungo le vie cittadine e (qualora le condizioni metereologiche lo permettessero) una dimostrazione di lancio a cura dei parà del Canavese. A concludere la giornata sarà infine una conferenza con la partecipazione del Paracadutista Incursore Astronauta Paolo Nespoli, orgoglio italiano delle missioni spaziali.

Edoardo Cigolini

 



yoast seo premium free