Per i “Talebuoni” una donna non può fare il ministro

0
ilgiornale.it

Le parole pronunciate dal Ministro dei talebani mi hanno provocato un senso di bruciore allo stomaco, come quando ti capita di non aver digerito a sufficienza o magari hai di fronte qualcuno che ti fa esplodere dalla rabbia! Stessa sensazione!
“Le donne non possono fare i ministri, devono fare i figli”!
Dunque, premesso che da sempre e per sempre nel mio Pensiero di Vita la Famiglia e dunque i Figli sono e saranno al primo ed indiscusso posto, è assolutamente inammissibile anche il solo sentire pronunciare tali assurde parole! Il nervosismo che ti scatenano nel cervello non può essere spiegato! Dopo tutti i sacrifici, le lotte, le dure prese di posizione, ripiombare nell’epoca primitiva, dove alla donna erano unicamente concessi partorire e raccogliere bacche e frutti di bosco, fa davvero vomitare! Ma spaventa allo stesso modo! È possibile che non si sia conservato un briciolo di civiltà, di umanità, di dignità? Eppure, dalle cronache, apprendiamo che sono le Donne a battersi per difendere ciò che la civiltà europea ha provato a trasmettere in Afghanistan in questi anni! Sono Loro che vogliono difendere il Popolo e il Territorio! Sono sempre Loro che continueranno a voler studiare, a voler prendere una laurea, a voler lavorare, ad essere autonome! Perché sì, la Donna continuerà a fare i Figli, ma come scelta o come dono, non di certo come imposizione! Perché il meraviglioso ruolo di Madre non è mai stato, mai lo sarà, e mai dovrà esserlo, incompatibile con quello di Ministro, di Insegnante, di Medico, o di qualsiasi altro ruolo sociale! La Donna è ‘Di Più’! Forse è proprio per questo che il Ministro talebano di turno vuole metterla a tacere! Ma non ci riuscirà!
#DallaParteDelleDonneAfghane

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

quattro × tre =