“Se ora la Cina ci toglie anche la carta”

0


“La Cina sta diventando un problema industriale che dobbiamo risolvere. Perché lo sviluppo cinese non è diventato solo un pericolo per Taiwan, ma per la nostra economia nazionale”: così Federico Mollicone in occasione della presentazione del numero di novembre di CulturaIdentità oggi alle ore 12.30 alla Camera dei Deputati insieme al professore e giornalista Marco Gervasoni e Federico Riboldi responsabile delle Città Identitarie.

Difendiamo la filiera cartiera italiana, minata dall’egemonia cinese. La difesa della cultura non può prescindere dalla tutela della stabilità nazionale. Nette le prese di posizione a riguardo, come ha dichiarato il fondatore di CulturaIdentità Edoardo Sylos Labini: “Dobbiamo difendere e tutelare l’industria cartiera italiana, che dopo l’esplosione delle vendite online e dell’uso della carta invece della plastica nelle consegne durante la pandemia, sta subendo danni pesantissimi da parte dell’egemonia cinese sul mercato. Bisogna creare un circuito per preservare e rilanciare il nostro patrimonio culturale e difendere la bellezza e l’identità italiana”.

Visione rimarcata da Federico Mollicone: “Alla Camera Fratelli d’Italia farà una battaglia per tutelare la filiera cartiera per reagire tramite una offensiva che possa garantire la nostra economia nazionale e che cercheremo di portare in Parlamento”.

Durante la presentazione del numero di novembre di CulturaIdentità Sylos Labini ha illustrato le battaglie di rilancio del patrimonio dei nostri borghi “tramite iniziative culturali che possano continuare a raccontare l’Italia come il Paese più bello del mondo”, istanze che si riassumono nel progetto delle Città Identitarie: “Abbattere gli steccati ideologici per costruire ponti culturali per i nostri borghi. Per portare avanti i valori identitari in modo libero”, come ha sottolineato Federico Riboldi, sindaco di Casale Monferrato e responsabile del progetto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui