Michele Affatato e la sinfonia dei colori

0

Un pittore che ci allontana dalla realtà per portarci su ciò che è percettibile alle sensazioni

La misteriosa unità del mondo e dell’io e la volontà di cogliere il segreto della realtà come opera dell’anima sono le peculiarità alla base della produzione di Michele Affatato. Due sono i principali filoni a cui si dedica l’artista: uno parte dall’indagine del reale per essere poi trasposto secondo una stilizzazione della forma, ed un altro, quello dell’astrazione, afferma il primato dell’istinto sulla ragione.
Nella realizzazione delle sue opere, su entrambi questi versanti, l’autore si muove senza uno schizzo preparatorio. Per lui i cromatismi che si distendono sul supporto con molteplici variazioni tonali, determinando riflessi e bagliori, sono la struttura stessa dell’opera, sono l’anima del suo lavoro, il centro della sua ricerca. Ne sono uno splendido modello opere come Pentagram, Note di colore o ancor di più Anime perse, in cui la natura della materia cromatica scivola nello spazio pittorico che la coglie in divenire, focalizzando la percezione sul fluire emotivo.

Campo di Papaveri

Queste opere si allontanano e ci allontanano dal dato empirico della realtà, conducendoci in un viaggio introspettivo che volge la nostra attenzione verso quell’aspetto non visibile allo sguardo ma percettibile alle sensazioni. Anche quando il processo creativo parte dalla visione del dato esterno, dalla contemplazione del creato, Michele Affatato riesce a trascenderlo in una sinfonia di colori. Ciò avviene in Campo di papaveri o in Ninfee, paesaggi in cui la natura mostra la sua meraviglia manifestandosi ai nostri occhi grazie alla sapiente coniugazione di luce, segno e cromie in una consapevole quanto evanescente spazialità nella quale le componenti si figurano come note in un crescendo armonico che trasmetta al fruitore la verità emozionale dall’autore.

Artista colto, Michele Affatato è dotato di un istintivo senso dell’equilibrio e dell’eleganza: egli dimostra di aver appreso gli insegnamenti dell’impressionismo francese e altresì sfoggia la sua capacità di riproporlo secondo la propria personalissima istanza poetica in maniera naturale, spontanea, offrendo alla nostra visione la sua inconfondibile cifra stilistica e, nondimeno, la profondità del suo sentimento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

1 × 5 =