Borsellino, Agrigento lo ricorda così

0

L’attivista e punto di riferimento di #CulturaIndentita ad Agrigento e provincia Daniela Ilardi ricorda così la figura del Giudice Paolo Borsellino. Daniela, poetessa agrigentina, con queste parole fa un viaggio emozionale nel ricordo del giudice nella sua amata Palermo ricordando il legame di profonda amicizia con il collega Giovanni Falcone.
Parole profonde e appassionate nel ricordo di un grande uomo ucciso per aver fatto il proprio dovere…

Paolo Borsellino
Non bastava,
guardare negli occhi
quel mostro che stringeva
con dita crudeli fino a soffocare
ogni più piccolo tessuto, cellula
rubandole la vita!
No! Non poteva bastare!
Quando pensava
che il suo sangue era lo stesso
di quello che scorreva
sui marciapiedi di quella città!
Passione e onestà senza fine
in quel sorriso speciale, sincero e fiducioso.
Ah! Quanto amore sconfinato per la sua
Palermo!
E poi quell’amico straordinario
a volte silenzioso,
con cui parlava una sola lingua
in uno sguardo,
un cenno della mano:
la complicità per l’assoluta giustizia!
Tutto quel bene viaggiava
nella consapevolezza delle idee,
presente nelle vostre e nelle vite
di tutti noi in un destino già scritto!
Colpito a morte nell’anima,
il suo cuore esploso in mille pezzi!
Prima ancora di quel boato,
prima, di quelle maledette bombe!


In occasione della presentazione del libro del giornalista della Repubblica Salvo Palazzolo: Agnese
Borsellino “Ti racconterò tutte le storie che potrò”. Stabilimento della Polizia Di Stato 03.08.2018.

CLICCA QUI E SOSTIENI LA NOSTRA VOCE LIBERA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

9 − otto =