“Communis”: Cantù e il territorio al centro del dibattito politico nazionale

0

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

A Cantù dal 15 al 17 settembre Communis, la prima edizione della festa provinciale di FdI

Tra i relatori Marcello Foa, Francesco Specchia e Edoardo Sylos Labini. Spazio anche al mondo musicale con i cantautori Simone Tomassini e Paolo Meneguzzi

Settembre è tradizionalmente il mese del dibattito e dell’elaborazione politica, processo del quale la comunità della destra nazionale che oggi fa capo a Fratelli d’Italia è sempre stata protagonista. A un anno dalla storica vittoria delle elezioni politiche del 25 settembre scorso il coordinamento provinciale comasco ha deciso di alzare ulteriormente l’asticella della propria presenza sul territorio portando a Cantù una tre giorni di confronti e dibattiti di respiro nazionale senza, però, perdere di vista i temi locali.

Molti saranno gli esponenti del governo nazionale e regionale che si avvicenderanno sul palco, tra i quali il vero e proprio padrone di casa, il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’Innovazione e Sovranità Digitale Alessio Butti, il capogruppo di FdI al Senato Lucio Malan, il Sottosegretario all’Interno in quota Lega Nicola Molteni, i deputati di FdI Andrea Pellicini e Umberto Maerna e, sempre per il partito di Giorgia Meloni, l’assessore regionale a Trasporti e Mobilità Franco Lucente e il consigliere regionale comasco Anna Dotti.

Tra i relatori, confermate le presenze dell’ex presidente Rai Marcello Foa, che presenterà il suo ultimo libro “Il Sistema (In)visibile”, il fondatore di CulturaIdentità Edoardo Sylos Labini, il caporedattore di Libero Francesco Specchia e il mental coach Francesco Fabiano, che presenterà il suo ultimo libro “Il potere della leggerezza”.

Spazio anche al mondo musicale con i cantautori Simone Tomassini e Paolo Meneguzzi, che domenica sera saranno protagonisti di una doppia intervista che spazierà dalle loro carriere musicali alle recenti polemiche sui valori negativi che alcuni cantanti oggi sulla cresta dell’onda trasmettono alle nuove generazioni.

Nella tre giorni di Campo Solare – che partirà venerdì 15 settembre e chiuderà domenica 17 – verrà dato ampio spazio alle tematiche del territorio, con tavole rotonde su temi come le politiche regionali, la sicurezza, il marketing territoriale ed i giovani. Non mancherà il confronto tra rappresentanti locali degli opposti schieramenti politici, che dialogheranno in un tavolo sulle politiche per il territorio.

«Ringrazio Christian Gabelli, Valeriano Maspero e tutti i militanti del Circolo Pietrasanta di Cantù per l’enorme impegno che stanno profondendo per questa iniziativa», afferma il coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Stefano Molinari, «con Communis portiamo Cantù e il territorio comasco al centro del dibattito politico nazionale, con relatori che certamente contribuiranno a tracciare la rotta del prossimo autunno. Questo evento rappresenta il culmine di mesi di incontri di grande qualità sul territorio, che non a caso hanno sempre avuto una grande risposta di pubblico. Il livello del programma e l’impegno che ci stanno mettendo tutti i miei dirigenti sono la base perché anche questa prima edizione di Communis possa essere un successo».

«Organizzare un evento di questa portata è un grande onere ma anche un grandissimo onore», affermano Christian Gabelli e Valeriano Maspero, del Circolo Pietrasanta di Cantù, «invitiamo tutti i canturini a partecipare per condividere l’esperienza di un evento che darà alla nostra città grandi impulsi dal punto di vista politico e importanti spunti di riflessione dal punto di vista culturale».

«Il nome che abbiamo scelto per l’iniziativa è Communis, termine latino che significa comunicare, mettere in comune, condividere», conclude Alessandro Nardone, responsabile provinciale del dipartimento Media di Fratelli d’Italia, che ha curato la composizione dei panel e che intervisterà i relatori che si avvicenderanno sul palco, «perché Fratelli d’Italia ritiene fondamentale mettersi in relazione con tutte le realtà del territorio, a maggior ragione adesso che ha l’onere di guidare la Nazione: siamo orgogliosi di andare controcorrente rispetto a chi sta tra la gente solo in campagna elettorale, per chiedere i voti. Coinvolgere altre persone per elaborare idee e progetti per la comunità e lottare per i valori in cui ci riconosciamo: per noi fare politica è soprattutto questo».

Communis è anche enogastronomia, con cucine aperte a pranzo e cena e l’angolo bar gestito dal Bar Caffecchio di Cantù.

Il programma completo è consultabile sul sito della manifestazione, a questo link.

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

diciotto + undici =