Giorgio Parisi Nobel per la Fisica: avanti Italia alla riscossa!

1
ilgiornale.it

E sei. Giorgio Parisi, romano, 73 anni, già Presidente dell’Accademia dei Lincei, figlio di operai e ingegnere mancato, è il sesto italiano insignito del Nobel, da Marconi a Segrè a Fermi a Rubbia e Giacconi. Per l’esattezza Nobel per la Fisica. La sua specialità è lo studio del caos e , in questo frangente sia nazionale che internazionale dominato dal disordine, gli svedesi non potevano scegliere candidato migliore. Che, per la precisione, studia le fluttuazioni nei sistemi fisici dalla scala atomica a quella planetaria: vi dice qualcosa la parola “pandemia”? Dominare il caos: questo da sempre il campo d’azione di Parisi: il clima, l’atmosfera, i moti dei pianeti e delle particelle. Capirli, semplificarli, mettere ordine a questi sistemi complessi in un sistema intellegibile, questa la sfida dell’impresa scientifica e in particolare del Nostro. Che non disdegna di ampliare lo sguardo anche a fenomeni solo apparentemente “pittoreschi” come quelle figure geometriche perfette realizzate dagli stormi di uccelli. Questa notizia è un incoraggiamento duplice, planetario e italiano: perché è un incoraggiamento a proseguire nel raggiungimento dell’obiettivo che consiste, detto in soldoni, nel far uscire l’umanità da questo caos, da questa crisi planetaria che non ha precedenti (le pesti delle epoche passate, in proporzione appunto mondiale, erano fenomeni locali). Mondo ma anche Italia: dopo i recenti successi sportivi andiamo incontro a questo alloro iridato nel campo della scienza. In un momento drammatico per il Paese, fra i più colpiti a livello mondiale dal flagello. “L’Italia sempre ferita che mai muore”, disse Filippo Tommaso Marinetti sul punto di morte. Parole attualissime: sport, impresa scientifica, arte, moda, forse anche politica (Draghi al momento gode di un sostegno pressochè corale anche fuori dei confini patrii). Avanti così Italia!

1 commento

  1. Draghi “godrà” pure di “buona” reputazione all’estero ma solamente fra i burattini del Governo Ombra Mondiale, perché all’estero la gente comune sa fin troppo bene che questo individuo è delinquente e fra qualche anno potremo pure annoverarlo fra i maggiori delinquenti che hanno compiuto crimini contro l’umanità. All’estero, questo gran pezzo di m*r*a non viene neanche considerato intelligente ma addirittura stupido. Ma come si può promulgare una legge che vieti di andare a lavorare senza un green pass, obbligando di fatto a vaccinarsi dato che ogni tampone (che vale solo 2 giorni) costa dai 60 agli 80 Euro, mentre in altre nazioni, come la Danimarca sono gratuiti? Criminali di questo genere merita solamente l’ergastolo e poi una volta morti ci penserà Dio a spedirli all’inferno e a condannarli alla morte seconda. Meno male che in Italia ci sono anche persone buone e valorose come il nuovo premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

11 + quattordici =