Oltre il muro del qualunquismo militante

Oltre il muro del qualunquismo militante

E pensare che trenta anni fa, quando andai per la prima volta diciottenne a votare (che bello quando ci facevano ancora votare!), sulla mia scheda sbarrai il simbolo dei Verdi, un partito che si affacciava sulla scena politica con buone intenzioni, affrontando un tema importante per tutti i cittadini di ogni schieramento.

Il problema è che in pochissimo tempo quella battaglia di tutti divenne pretesto ideologico della solita sinistra prepotente ed intollerante, che inglobò i verdi verso i rossi, anticipando di decenni l’unione di cromatismi politici che oggi attraggono tra loro alcuni partiti interessati più alla spartizione di poltrone che a programmi condivisibili.

Insomma, a diciott’anni ci sono cascato anche io, come le migliaia di ragazzi manovrati da interessi di marketing di qualche multinazionale e che in nome del qualunquismo militante riempiono le piazze invece di andare a scuola.

Greta è il simbolo di questa globalizzazione dei cervelli, che spinge a scioperare senza nemmeno sapere perché lo si fa. Senza approfondire realmente un argomento e senza cercare un contraddittorio costruttivo. In questo numero tenteremo, grazie a interventi di importanti studiosi e addetti ai lavori, di fornire a chi ci legge un quadro generale del problema ambiente nel nostro Paese e nel mondo.

Nell’epoca del web bisogna essere veramente curiosi per non cadere nel tranello del pensiero unico, bisogna spendere qualche ora della propria giornata per provare a guardare la vita da angolature diverse. Ecco il significato di questa copertina, che porta ancora la firma dell’anti Banksy, l’artista comasco Mr SaveTheWall, che su quel muro ci invita a scrivere una frase fatta, facile e volatile come un post, che non costa nulla e aiuta a liberare le coscienze.

Insomma, dopo aver letto il nostro mensile, andate a pagina 31 e fingetevi anche voi dei “rivoluzionari”: scrivete la vostra frase “sovversiva” e globalista. Poi fatevi una grassa risata, perché le vere rivoluzioni nascono prima dentro ognuno di noi. Oltre ogni Muro.

ADERISCI A CULTURAIDENTITA’: TESSERATI ANCHE TU!



yoast seo premium free