Sui teatri Valle e India forse ‘speculazione’ culturale?

0

“Da fonti interne risulterebbe essere stato bocciato dai revisori il bilancio del Teatro di Roma e inviato per verifiche alla Corte dei Conti. Raggi e Bergamo chiariscano. Il Valle, nonostante sia praticamente un cantiere dalla ridotta agibilità, è ora utilizzato come spazio di registrazione, ma anche e soprattutto come luogo di lavoro dove le compagnie possono tornare in prova. Ci chiediamo come sia stato possibile il cambio di destinazione d’uso da parte del Teatro di Roma, nonostante la mancata agibilità. Il teatro India è tuttora in mano agli ex occupanti del teatro Valle, strapagati per fare quello che facevano. Non vorremmo che queste prestigiose istituzioni siano diventate il ‘poltronificio’ del vicesindaco di Roma Bergamo”. Così gli esponenti di Fdi Federico Mollicone e Andrea de Priamo, rispettivamente deputato capogruppo in commissione Cultura e capogruppo in Assemblea Capitolina. (Spe/Adnkronos)

LEGGI ANCHE: Il Teatro di Roma è diventato un “poltronificio”?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

diciotto − dodici =