Con la Totolo, La morale sinistra dei cattivi maestri

0

Le recenti polemiche sulle parole dispregiative dello storico dell’arte Tomaso Montanari e dei suoi sostenitori novelli partigiani ex post facto nei confronti della Giornata del Ricordo – ridotta a “falsificazione storica da parte dei neofascisti” – hanno riportato per l’ennesima volta alla ribalta quella pretesa superiorità antropologica della Sinistra italiana, emergente ogni qual volta si discuta del ‘900 e condensata nella frase “La questione morale è divenuta oggi la questione nazionale più importante” di Enrico Berlinguer intervistato da Enrico Scalfari (sic!) nel lontano 1981.


Ecco, venti anni dopo il fondamentale lavoro a cura di Armando De Simone e Vincenzo Nardiello Appunti per un libro nero del comunismo italiano. Dalla Resistenza al dossier Mitrokhin tutti i crimini nascosti della storia del Pci (Napoli, 2001) è la saggista controcorrente Francesca Totolo a riprendere il filo di una puntuale confutazione di questa pretesa, con il suo ultimo libro La morale sinistra. Il vero volto dell’Antifascismo, appena pubblicato da Altaforte (288 pagg., Euro 22, prefazione di Gianluca Veneziani): dai cattivi maestri degli anni Settanta, passando per i reati associativi e per gli scandali delle Regioni rosse, Francesca Totolo vi traghetterà nei gironi dei dannati degli esponenti della sinistra italiana, attraverso un’analisi accurata che svelerà che la superiorità morale degli eredi del Partito Comunista esiste soltanto sulla carta. Falso, corruzione, peculato, turbativa d’asta, voti di scambio, associazione a delinquere, favori alla mafia, violenze sessuali, sanitopoli, concorsopoli e parentopoli sono il nuovo album di famiglia del Partito Democratico.


Come conclude Gianluca Veneziani nella sua prefazione: “Tutto ciò palesa la confusione, culturale, politica e anche morale, della sinistra che oggi fatica a riconoscere la propria identità, avendo smarrito o tradito i principi sulla base dei quali impartiva lezioni e ignorando ormai il senso e lo scopo della propria azione nel tempo. La vera questione morale oggi a sinistra è che la sinistra non sa più quale sia la morale della Storia”. Ma sa benissimo come strumentalizzarla politicamente, per mantenere le proprie posizioni di rendita e quelle dei suoi utili idioti, aggiungiamo noi.

CLICCA QUI E SOSTIENI LA NOSTRA VOCE LIBERA

Articolo precedenteDalla Chiesa 39 anni dopo, le risposte che ancora mancano
Articolo successivoIl Comune di Besano omaggia Falcone e Borsellino
Andrea Lombardi, appassionato di storia e letteratura del Novecento, è direttore dell’Associazione Culturale Italia Storica. Curatore del primo sito italiano tutto dedicato a Louis-Ferdinand Céline, tra le ultime opere da lui curate ricordiamo Louis-Ferdinand Céline. Un profeta dell’Apocalisse (Milano, 2018; ed. economica: 2021), Céline contro Vailland (Massa, 2019), Nausea di Céline di Jean-Pierre Richard (Firenze, 2019), Louis-Ferdinand Céline. Il cane di Dio di Jean Dufaux e Jacques Terpant (Milano, 2018), La morte di Céline di Dominique de Roux (Roma, 2015; Firenze 2022) e Céline ci scrive (Roma, 2011) http://www.bietti.it/author/andrea-lombardi/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui