Dagli dei antichi ai carri, è la festa della rigenerazione

7

In questo momento più di sempre, infatti, dovremmo celebrare il carnevale, per compiere un rito apotropaico, e propiziatorio, di allontanamento dal male e di avvicinamento a una dimensione superiore. Così come accadeva nell’Atene di Dioniso, quando il Dio, rivelatosi in carne nel corso delle celebrazioni a egli dedicate, accompagnava gli adepti nella sua mania, li conduceva verso il divino. Rinascita, Rinascimento […] Salti nel tempo, arrivando a oggi. Il carnevale non potrà essere ancora celebrato, per via del coronavirus, come ben sappiamo. Ma solo il popolo non potrà goderne; la politica, contrariamente, vive la sua stagione carnascialesca in pieno, con i ruoli che si invertono in memoria dei saturnalia, quella in cui Di Maio è ministro e  i traditori diventano responsabili.

LEGGI L’ARTICOLO INTEGRALE SU CULTURAIDENTITA’ IN EDICOLA

SE VUOI RICEVERE IL MENSILE A CASA ABBONATI QUI

7 Commenti

  1. ma come si fà a nominare ministro un nullafacente,dovunque è stato non ha combinato niente.Mattarella si oppose alla nomina di un professore con un curriculum invidiabile(Savona),non voglio manco chiedermi le ragioni,e resta insensibile alla nomina di un ministro degli esteri ignorante di lingue,geografia,etc.Questi dovrebbe rappresentare tutti noi nel contesto internazionale,dove,sfortunatamente per noi,sarà inopportunamente presente.

  2. Più carnascialesco di Di Maio c’è Sgarbi. E da molto più tempo.
    Si accontenti di fare il commentatore d’arte, ma non di politica per la quale non è sufficiente essere capaci di pronunciare “CAPRA”.
    con affetto gmb

  3. Di Maio è l’ignoranza in persona, con l’aggiunta di quella smorfia sulle labbra che ti dice:”t’ho fregato anche questa volta”. Ma come si fa, a dar fiducia a Mattarella e, di conseguenza, a Draghi se hanno il coraggio di confermare uno del genere alla Farnesina. Ma che esempio per i giovani!! Non sa parlare, non sa scrivere, avrebbe preso 3 in ogni tema scolastico. Ministro degli Esteri della Repubblica Italiana!!! Ma quello non potrebbe fare nemmeno il Ministro dei guappi di Napoli!!
    Vergogna Caro Mattarella

  4. Quanto alla conferma del signor Di Maio a Ministro degli Esteri, mi vien fatto di pensare ad una decisione attuata pur obtorto-collo, dal Presidente, solo per motivi di opportunità politica. Suppongo che il prof. Draghi curerà direttamente l’espletamento degli Affari Esteri, fruendo dei molteplici rapporti personali consolidati nel tempo con i Potenti del mondo. In tal guisa, al signor Di Maio non rimarrà che apporre la firma di “ministro” in calce agli atti deliberati per suo conto dal Premier e inoltre potrà impiegare il rimanente tempo libero a fotocopiare gli atti medesimi.

  5. Caro Prof. Sgarbi, Di Maio ministro, piu’ che una carnevalata è una tragedia di dimensioni bibliche, considerando i danni che può fare .

  6. Fortunatamente la politica estera la gestiscono i primi ministri in persona ! Di Maio sarà anche un ragazzo simpatico, ma per ricoprire certe cariche ci vuole un bagaglio culturale di tutto rispetto e un’esperienza collaudata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

19 − 12 =