Grillo sbrocca per il figlio e si scopre garantista!

0

Beppe Grillo sbrocca in video e assolve il figlio in riferimento alla vicenda relativa al presunto stupro, una notte di due anni fa in Costa Smeralda, di cui è accusato Ciro, il figlio del comico genovese. La Procura deve ora decidere  se chiedere il rinvio a giudizio o il proscioglimento. Nel video Grillo dice: “Non è vero niente! Mio figlio e i suoi amici sono quattro coglioni, non quatto stupratori! Mio figlio non ha fatto niente, arrestate me!” (il figlio di Grillo e tre suoi amici una notte di due estati fa incontrano in un locale due ragazze, ballano e bevono fino a tardi, poi la serata finisce in casa Grillo a Porto Cervo, dove, secondo la denuncia di una diciannovenne italo-norvegese, sarebbe scattata una violenza di gruppo). Riferendosi alla denuncia della giovane, nel video il comico genovese sottintende la domanda: perché ha aspettato otto giorni per denunciare? (“Dopo 8 giorni fa la denuncia! E’ strano!”), ma questo è un trito luogo comune. Qualunque padre si preoccupa del proprio figlio e lo difende contro tutti e tutto, ma cosa provano i genitori della giovane? Noi, se dobbiamo preoccuparci per un padre, pensiamo al padre di lei. Un’altra cosa: l’indagine è andata avanti senza clamore sulla stampa, anche quando gli accusati sono stati convocati in Procura per essere interrogati. Coincidenza temporale: sono i giorni in cui nasce il secondo Governo Conte. Per due anni, finché ci sono i 5 Stelle al Governo, sui giornali non si dice una parola o quasi su questa vicenda: perché? Grillo, autoproclamatosi campione di legalità a capo di un movimento forcaiolo come il movimento 5 Stelle, oggi è improvvisamente garantista: perché la bomba scoppia adesso? Ci può essere qualcos’altro? Forse un messaggio trasversale ai 5 Stelle? (Redazione)

 

LEGGI ANCHE: Quell’incidente in cui morirono gli amici di Grillo..

 


CLICCA QUI E SOSTIENI LA NOSTRA VOCE LIBERA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

sedici − sette =