I Pupi di Pane di San Calogero, la tradizione che unisce Nord e Sud

0

Martedì scorso a Monza anche l’Associazione culturale Amici di Campofranco, rappresentata dal vice-presidente Rosario Adamo, è entrata nella rete di Culturaidentità.
Presentata a maggio nella splendida sala congressi della Villa Reale di Monza, la nuova associazione “Amici di Campofranco”, ha visto una grande partecipazione della comunità campofranchese residente in Lombardia.
Nata dalla volontà di alcuni campofranchesi, la Onlus si pone come una realtà finalizzata a rinforzare il legame tra gli emigrati, il paese e il vallone. L’idea di costituire quest’associazione è nata da R. Adamo, G. Crespi, A. Favata, M. Manta, G. Mazzara, S. Mazzara e F. Taibi. “L’associazione si impegnerà a mantenere vivi usi, costumi e tradizioni del nostro paese e del circondario. Ci impegneremo poi ad aiutare tutti i compaesani che si sposteranno verso il Nord Italia per favorire l’integrazione”, afferma il presidente, Antonio Favata.
Lo scopo è quello di promuovere usanze e bellezze del paese. Ogni anno si festeggia presso la chiesa dei frati carmelitani di via Boito a Monza la festa di S. Calogero, particolarmente sentita anche a Campofranco, una delle feste patronali estive più importanti della Sicilia, che affonda le radici nella tradizione greco-bizantina e nelle antiche feste equinoziali pagane. Tipici di questa occasione sono i “Pupi di Pane di San Calogero”, pani antropomorfi legati al “Santo Nero”, con cui manifestare la propria devozione. Questa è l’Italia dei paesi e dei borghi che ci piace.

CLICCA QUI E SOSTIENI LA NOSTRA VOCE LIBERA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

6 + 7 =