Meluzzi- Sylos Labini: “Italiani svegliamoci o moriremo schiavi”

19

Ospite della diretta Facebook con Edoardo Sylos Labini “il Gandalf della Compagnia dell’Anello”, Alessandro Meluzzi.

Cosa resterà del nostro Paese dopo la pandemia?
Molto dipenderà da quello che accadrà. Prima ipotesi: questo virus non è diverso dai virus che hanno funestato la storia dell’umanità. Seconda ipotesi: il virus è il risultato di una strategia programmata. Ammettiamo questa ipotesi: come dice Padre Livio Falzaga direttore di Radio Maria, il virus è stato programmato a Wuhan per distruggere l’Occidente a livello economico e culturale, menomare l’Europa e colpire Trump. Se è così, non c’è più nulla da sperare, dobbiamo solo raccoglierci in preghiera in attesa di una cinesizzazione della società, in cui noi saremo degli zombi governati dalla tecnomedicina.

Ammettiamo invece che il virus sia stato un accidente della storia e che qualcuno abbia provato a cavalcarlo. E se invece il virus è stato “solo” un accidente della storia, allora siamo di fronte a una classe dirigente che non è stata in grado di gestire questo parassita. Se è solo questo, allora abbiamo tre scenari: 1) seguire il modello liberticida cinese in una sorta di TSO permanente; 2) seguire il modello svedese, cioè puntare a una immunità di gregge; 3) seguire il lockdwon generalizzato fino a maggio: ma chi sopravviverà? L’unica cosa che non si doveva fare è questa farsa della divisione dell’Italia in zone gialle rosse e arancioni.

Alla fine di tutto questo, cosa rimarrà? Avremo il giogo della sovranità tecnico finanziaria e dell’Italia rimarranno solo le rovine. L’Italia sarà depredata e sarà solo un hot spot dell’immigrazione islamica.

Ma ci sarà una reazione? Ogni giorno avvengono manifestazioni che non vengono coperte dalla stampa.
In Italia non si può fare nessuna rivoluzione, non solo perchè siamo un popolo di schiavi da cinque secoli, ma anche perché non abbiamo nessuna capacità di reazione civile. Gli italiani sono ossequienti. Siamo un piccolo gregge, l’unica linea di resistenza era Trump, quindi cosa possono fare gli italiani, incapaci di fare una flatulenza quando li stanno sodomizzando?

Roba da regime orwelliano, caccia all’uomo in centro storico: a Pesaro il sindaco PD Matteo Ricci ha pedonalizzato una strada solo in un senso, chi va contromano viene inseguito e multato dalla polizia!

Elezioni USA: i lacchè italiani e francesi si complimentano con Biden. Ripartirà la strategia del fronte democratico di Obama, guerre e rivoluzioni.

Vaccino: sono in gioco altri 20 vaccini, c’è ancora tempo per spartirsi la torta.

I “democratci” USA che massacrano un suprematista bianco. La logica implacabile: ai migranti vengono consentite cose che agli italiani non verrebbero mai consentite. E’ la legge della storia: noi siamo i vinti.

Salvini e Meloni, cosa possono fare? Verrebbero messi in galera qualunque mossa facessero. Ha vinto il movimento globalista, Salvini e Meloni sono alla testa del mondo dei vinti. Questo momento apocalittico, che la storia umana sta attraversando e che ci porta verso il tempo dell’abominio, avrà un unico argine: Dio.

Lanciare una rivolta fiscale, come fece il professor Ricossa anni fa? Gli italiani non hanno la tempra per farlo.

Di Maio è un abatino doroteo che tiene in pugno un gruppo di parlamentari votato da italiani inebetiti. E il mainstram genererà un altro mostro prima delle prossime elezioni. Il 32% di italiani che ha votato i 5 Stelle è la dimostrazione della demenza di questo Paese. Nè lui, nè Conte nè altri decidono: decidono Merkel, Macron e altri di cui non siamo nemmeno capaci di pronunciare il nome.

Quel centro destra, che non sostiene e che a volte addirittura deride i suoi intellettuali, merita di tramontare. Quali sono gli intellettuali che non hanno paura del martirio mediatico?

SOSTIENI LA NOSTRA VOCE LIBERA

19 Commenti

  1. “noi siamo i vinti” forse comunque qualcuno irriducibile perchè se devo scegliere se morire da pecora o morire come leone sarà perchè ho un cattivo carattere ma scelgo di morire come leone . il mio eroe è Fabrizio Quattrocchi. Mia nonna diceva poi. ” ride bene chi ride ultimo” e recentemente ai Napoletani gli sono girate le palle e ci hanno dimostrato che la corda tirata troppo può rompersi.”Questo momento apocalittico, che la storia umana sta attraversando e che ci porta verso il tempo dell’abominio, avrà un unico argine: Dio”. Momento apocalittico? Ma va la. Mio nonno in trincea sul Piave,poi la spagnola 50 milioni di morti , poi la 2 guerra mondiale . Mio padre nella RSI , mio zio tornato vivo dalla Russia ed un altro caduto a Cefalonia. Dove è l’apocalisse? “un unico argine: Dio”. Dio? Sono agnostico ed in ogni caso Dio il lavoro sporco lo fa fare agli umani. Lasciate stare Dio non disturbate il manovratore altrimenti altro che pandemia ma piaghe d’Egitto. Credo nessuno vuole sostituire il medioevo islamico riproponendo il medioevo cristiano, santa inquisizione inclusa . Paghi uno ricevi due. Organizzarsi e resistere. Vivi con onore, fedeltà ai tuoi valori e se proprio devi morire fallo decorosamente.

    • Una piccola osservazione: ai napoletani sono girate le scatole SOLO perchè il lockdown, imponendo la chiusura degli esercizi commerciali (regolari e non…) li metteva in ginocchio economicamente. E’ la prospettiva della fame che li ha fatti scendere in piazza a fare casino. I quattrini, quindi, non l’orgoglio o la voglia di rivalsa o la ribellione ad società intrisa di ripugnanti e demagogici “ideali” buonisti, immigrazionisti, pro-LGBT, ecc…

  2. Ha perfettamente ragione!Ormai le mandrie di mucche lobotomizzate,con campanaccio al collo non sanno fare altro che brucare(fino a quando ci sarà erba….).L’esperimento “rana di Chomsky”,è riuscito in pieno…l’odore di rane bollite è nauseante,…..Ghunter Anders,…”1984″,sono la Cassandra del nostro futuro!

  3. Egregio professore, da ex affiliato, lo sapete meglio di chiunque che le rivoluzioni si fanno dall’alto e mai dal basso. Tutte quelle degli ultimi secoli provenivano dalle alte camere di mezzo della Setta. Ora le poniamo la domanda che si pose Guenon un secolo fa: è possibile ricostituire un’élite controrivoluzionaria ? E’ possibile imitare i sacerdoti della Controtradizione e muovere gli animi per il ristabilimento dell’ordine ? Non è invece necessario prima che possibile, o pensiamo di poter agire con la tastiera, da perfetti uomini inutili, di fatto resi schiavi ?

  4. Un’analisi agghiacciante e spiantata, ma purtroppo probabilmente vera. C’è comunque ancora qualcuno che ha il coraggio di scrivere come stanno le cose, è già una speranza.

  5. Ma Meluzzi quello che vaga da una ospitata all’altra in TV prendendo soldi per dire fregnacce su qualsiasi argomento dello scibile umano ? La metà di quei “lobotomizzati” che hanno votato il M5S ora vota Salvini e la Meloni. Prima erano “lobotomizzati” ed ora sono illuminati?
    Da Wikipedia:
    “Eletto deputato per Forza Italia nel 1994 e senatore nel 1996, Meluzzi è stato anche membro della massoneria del Grande Oriente d’Italia. Dopo la sua conversione al cristianesimo è divenuto diacono cattolico di rito greco-melchita e poi presbitero della Chiesa ortodossa italiana autocefala (un ramo non riconosciuto dalle altre Chiese ortodosse). Lo stesso anno è diventato primate, metropolita e arcivescovo di tale Chiesa, con il nome ecclesiastico-patriarcale di Alessandro I. (urca mica cavoli !!! Uno psichiatra quasi Papa! 🙂 )
    In gioventù militante prima nel Partito Comunista Italiano e successivamente nel Partito Socialista Italiano, alle elezioni politiche italiane del 1994 è stato candidato alla Camera dei deputati dal Polo delle Libertà nel collegio di Torino 7”
    Questo signore si guadagna da anni la pagnotta usandovi come bancomat, voi che lo seguite come se fosse il verbo. Ha girato per tutte le convinzioni politiche che andavano di moda da sinistra a destra, sempre cercando di schierarsi col vincitore di turno. Sono questi i vostri intellettuali ? Meluzzi, Sgarbi, Feltri, Belpietro ? Gente di cui tra 15 anni non si ricorderà più nemmeno il nome. Tutti uguali fatti con lo stampo, coi soldi come unico sole. Vi parla di sudditi , ma i sudditi siete voi.

  6. Egregio Meluzzi, sapesse quante volte l’ho scritto su questo quotidiano, mai mi hanno pubblicato. La censura non permette dei commenti forti. La ve”rità é che ci stiamo avvicinando ad un punto senza ritorno, la Storia, quella vera, insegna.I popoli ad un certo punto esplodono ed é un massacro.Purtroppo la miopia, la superbia di chi sta al potere é tanta, tantissima.Non sono pessimista, sono realista, é successo e succederà ancora.

  7. si deve soltanto convincere chi fa informazione stampa e televisione, di parlare di sovranità monetaria, ovvero il ritorno alla sovranità monetaria per liberarci dell’incubo cinese, adottando l’autarchia. ma anche degli strozzini dell’Ue, così ricostruiremo la ns economia con le ns risorse. In quanto al mercato ce lo scegliamo noi con la ns moneta. Chi ci sta scambia con noi, altrimenti continuiamo con l’autarchia. Questa parola innominabile AUTARCHIA, appunto, ha dato modo di ricostruire l’Italia ridotta a macerie dopo la prima guerra mondiale, D’altronde il covid 19 si sta dimostrando una vera guerra contro la ns economia, ma anche tutto il mondo. Quindi non rimane che autarchia, freghiamo i cinesi, freghiamo l’Ue e freghiamo i Potenti, coloro che credono che il mondo può andare avanti solo con l loro progetti criminali, servendovi della Tecnologia. Adesso la Tecnologia fa paura, si sta rivoltano contro i popoli. Torniamo indietro liberi nella mente e nell’azione, diamo forza alle ns decisioni

  8. è il quadro politico che muta di continuo, non è Meluzzi che si sposta ora di qua, ora di la. E’ il concetto politico che sfuma da una parte, assumendo una democrazia anarchica come quella attuale e si rafforza dall’altra con la visone de Popolo al centro della Politica. Ma già siamo sprofondati nel pensiero anarchico che non vediamo più la differenza tra autorità dello Stato e la deriva anrchica massonica che ci governa.

  9. La società evolve come un sistema caotico (nel senso della teoria della complessità)l’unico modo per governare questi sistemi è quantizzarli, parcellizzarli in piccole scatole che localmente mostrino bassa casualità. Ne consegue che l’unità del popolo non è coercibile e non può essere vinta. La storia evidenzia chiaramente questo. Si legga Gandhi, Ho Chi Minh, Mao. Il popolo unito non può essere vinto.

  10. L’unica moneta che dovremmo avere è il Dollaro statunitense. Se ritorneremo alla Lira i Governi di sx la farebbero deprezzare talmente tanto che diverremo peggio della Tunisia o del Marocco per non dire del Venezuela o Argentina. Chi farebbe affari saranno chi esporta ed i poveri che avrebbero sempre l’assistenza sotto il culo, mentre chi continuerà a lavorare sarà sempre ad elemosinare per gli aumenti salariali. I risparmi saranno rosicchiati dall’inflazione. Andranno meglio gli spendaccioni che avranno sempre il denaro pronto ed apprezzato in quel momento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

8 − 6 =