No green pass: la solita strumentalizzazione della sinistra

0

Ieri ero in piazza per documentare l’ennesima manifestazione no green pass e per vedere con i miei occhi da chi è composta questa protesta e quali sono i numeri reali delle persone che danno voce a questo dissenso, cosa che la stampa ufficiale e i programmi mainstream non raccontano in modo oggettivo.

Ho visto intanto una piazza del Popolo strapiena, con almeno 30 mila presenze, una piazza eterogenea dove c’era sì la presenza di gruppi di estrema destra, ma ho visto molta gente riconducibile all’estrema sinistra e più che altro tante famiglie o persone di quella classe media oramai al collasso. E’ quindi come sempre strumentale l’etichetta che i partiti di sinistra e la CGIL vogliono dare alla protesta parlando ancora di fascismo. I sindacati si dimenticano che negli scorsi anni hanno subito assalti anche dai centri sociali, naturalmente in quel caso non parlavano di squadrismo.

Il tema è, al di là dell’ovvia condanna di qualunque atto violento, che i lavoratori all’indomani del green pass, che diverrà obbligatorio il 15 ottobre sui posti di lavoro, si sentono traditi da chi li avrebbe dovuti tutelare. In piazza c’erano ad esempio i portuali e anche esponenti delle forze dell’ordine che sono stati rimossi perché non allineati alle norme del Governo Draghi. E dai megafoni del palco sono stati ripetuti gli insulti ai presidenti di Regione del centrodestra e alla Lega.

Quindi, cara vecchia sinistra, è inutile che cerci di strumentalizzare gli incidenti di ieri e organizzi cortei antifascisti nei giorni del ballottaggio a Roma. Lo capiamo che la partita di Roma è importante per voi, ci sono troppe poltrone da occupare in vista del Giubileo, ma la gente non ci casca più. In quella piazza c’era anche tante persone che un tempo ti votava ma che tu hai abbandonato mentre loro perdevano futuro e lavoro e tu sfilavi in qualche red carpet.

Il tema dell’obbligo vaccinale è quello che interessa di più milioni di italiani perché la fascia di povertà nel nostro Paese aumenta ogni giorno e nei prossimi mesi le nostre piazze potrebbero diventare una polveriera anche senza esponenti di Forza Nuova – alcuni dei quali sono stati arrestati questa mattina all’alba. Scendete dal piedistallo e date una risposta a chi non sa più come dare da mangiare ai propri figli, altro che antifascismo!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

sedici + 17 =