Quella “magia” della cultura politica che trasforma la realtà

0

Pensare alla comunicazione politica anche al contrario. A uso e consumo cioè non dei colossi, ma delle piccole forze politiche, quelle che non sono strettamente interessate a incassare voti o raccogliere seggi. Guido Taietti, con Stregoneria Politica. Manuale di Comunicazione politica non convenzionale (prefazione di Adriano Scianca, Altaforte, € 18), fornisce gli strumenti per un’azione d’avanguardia, disegnata sulle dimensioni di quelle formazioni a misura ridotta, ma tutt’altro che leggere (nel senso del Pd di Walter Veltroni) che si reggono sulle spalle esclusive dei proprio militanti.

Perché l’azione politica non è destinata soltanto a presidiare il Palazzo per campare di rendita o rimborsi. C’è un altro scopo, più specificatamente alto, originario, profondo: trasformare la realtà circostante, influenzare i processi decisionali o sbarrare la strada a iniziative governative indigeste. Che sia davvero questa la missione esclusiva di qualsiasi compagine partitica è difficile a dirsi. 

Gramsci o no, ad ogni obiettivo corrisponde una precisa ambizione. Così come ad ogni esercito corrisponde non solo una strategia su misura, ma anche un tipo di soldato ad hoc. Chi dispone di numeri importanti, può permettersi il lusso di avere militi specializzati; le piccole forze, invece, devono poter contare su uomini abili nell’usare armi differenti, ad essere sempre veloci, elastici, pronti. Un po’ come nella guerra di guerriglia.  

Stregoneria politica è un libretto d’istruzioni che rilegge alcune esperienze storiche che hanno dettato per decenni l’agenda nazionale. A partire dal Pri, al Partito radicale (e quindi la ricetta della doppia tessera), fino ai centri sociali, i quali hanno garantito la sopravvivenza di un pubblico impegnato a sinistra e la circolazione di talune campagne quando le grandi organizzazioni erano contigue a Botteghe Oscure erano già in fase di smobilitazione. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui