Dalla grappa all’alcool, storia di resilienza siciliana, di italianità

0

Anna Maugeri Russo per non lasciare a casa i suoi dipendenti ha convertito la produzione della sua storica distilleria

C’è nebbia e nebbia: c’è la nebbia pastosa e acida e c’è la nebbia sublime e dolce, come quella di Santa Venerina, piccolo borgo sulle pendici dell’Etna. Terra aspra e difficile, eppure capace di generare esempi di resilienza e sostenibilità: le distillerie Russo producono grappa e acqueviti da 152 anni e quando è scoppiata la pandemia la storica azienda rischiava di mettere in cassa integrazione i suoi dipendenti. Ma si sa che la natura propria della donna, che è quella di dare la vita, quando è messa a dura prova, si presenta in tutta la sua potenza. Così Anna Maugeri Russo, manager delle Distillerie Russo, supportata dal marito Alessandro, fisico nucleare e amministratore della società, converte parte della produzione dell’azienda di distillati in prodotti per la detergenza. L’alcool normalmente utilizzato per la disinfezione è denaturato chimicamente e questo lo rende non idoneo alle persone con patologie o particolarmente fragili come i bambini; al contrario l’alcool presente in Prontigen non soltanto è adatto per le mani delicate dei più piccoli, ma è possibile spruzzarlo direttamente sugli involucri alimentari perché completamente naturale. La Russosan, costola delle distillerie Russo fondata dalla nostra Anna, diviene la prima azienda in Sicilia che crea un alcool libero da vincoli di accisa, non contaminato da denaturanti tossici e dal buon profumo.

«E’ stata una vera sfida– racconta Anna Maugeri Russo. Avevo il prodotto ma non avevo la domanda, ma io non mi arrendo mai, volevo che tutti conoscessero Prontigen, così ho regalato il disinfettante agli Ospedali Garibaldi e Cannizzaro di Catania e ho fatto il giro di tutte le scuole della Sicilia orientale offrendo gratuitamente i dispenser che finalmente venivano collocati ad altezza di bambino, così da rendere piacevole e alla loro portata un gesto necessario. Tutte le mamme erano entusiaste di questo prodotto naturale, i loro piccoli lo potevano usare senza pericolo di intossicazione e senza danni. Ho voluto a tutti i costi che il mio igienizzante fosse accessibile a tutti e per questo motivo ho preferito che diventasse disponibile innanzitutto nella grande distribuzione. Un passo dopo l’altro che mi ha portato a creare una linea di detergenza per la casa, facile da usare dalla donna moderna, che ha sempre più l’esigenza di coniugare la famiglia alla propria professione. Nella mia vita ho sempre seguito i sentimenti, mi sono laureata in filosofia e questa mia formazione mi ha aiutata ad entrare nel cuore dell’azienda, che vivo come un altro figlio!».

Dalla mixology all’igiene nascono Invento, la nuova collezione di aromi spray per personalizzare i cocktail e la linea skincare Duvea per la bellezza femminile, ricavata dagli olii essenziali dei semi di vinaccioli, recuperati dopo la distillazione: una serie di progetti in cui Anna, nel custodire la tradizione, esprime l’amore per la propria terra, come una sacerdotessa dell’Etna di cui calpesta la superficie di fuoco che vi scorre.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

dieci + nove =