“Il mito di Ferrara” di Achille Funi in mostra

0

Partiranno sabato 18 novembre alle 15 i “percorsi funiani” in città, legati cioè all’arte di Achille Funi. L’autore – protagonista della mostra “Achille Funi. Un maestro del Novecento tra storia e mito” a palazzo dei Diamanti e firma degli affreschi della sala dell’Arengo di palazzo municipale – sarà al centro di visite guidate che toccheranno proprio queste due destinazioni. Il tour attraverso l’arte del maestro partirà proprio dagli splendidi affreschi della sala dell’Arengo, che ripercorrono il ‘Mito di Ferrara’, per poi proseguire  a palazzo dei Diamanti. 

Le visite si svolgeranno sempre alle 15. Oltre a quella di sabato 18 novembre, sono in calendario anche nei sabati 9 e 30 dicembre, 6 gennaio e 10 febbraio. Per aderire è necessario prenotarsi sul sito Inferrara.it, cliccando qui. La durata dell’esperienza complessiva è di circa 2 ore e 30 minuti e il ritrovo è previsto 10 minuti prima dell’orario indicato, ai piedi dello scalone della residenza municipale. 

Da qui si accederà alla sala dell’Arengo, condotti da una guida esperta che svelerà tutti i dettagli dell’affascinante sala affrescata della città estense. Si tratta di un ciclo di affreschi degli anni Trenta del Novecento, un capolavoro di Funi (alcuni suoi cartoni preparatori sono esposti in mostra) realizzato con la collaborazione di Felicita Frai. Dopo una breve passeggiata, si giungerà a palazzo dei Diamanti dove, sempre con la guida, si svolgerà la visita guidata alle oltre 130 opere in mostra. 

L’esperienza è acquistabile sul sito inferrara.it, sezione ‘Booking esperienze’, oppure all’ufficio informazioni turistiche del Castello Estense, che si può contattare anche per info allo 0532419190 

Ecco le tariffe: 14 euro intera, ridotta 12 euro (dai 12 ai 17 anni) e gratuita fino agli 11 anni. I costi non comprendono il biglietto della mostra, acquistabile online o in biglietteria.

ABBONATI A CULTURAIDENTITÀ

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

5 × 4 =