Oyster Fest 2024, La Spezia celebra l’eccellenza dell’ostrica italiana

0

Conto alla rovescia a La Spezia, città identitaria, per l’apertura del secondo festival dell’ostrica italiana, l’Oyster Fest 2024. Si intende rinnovare il successo dello scorso anno, con diecimila ostriche e tremila bicchieri di vino serviti ai visitatori in una fiera che ha consentito agli ostricoltori di far conoscere le proprie tecniche e produzioni e a far capire come le ostriche siano un prodotto di lusso accessibile per tutti. Ma lo scopo dell’iniziativa è anche creare rete e dialogo fra operatori del settore e fra diverse regioni.

Anche quest’anno, dal 10 al 12 maggio, sul lungomare spezzino di Passeggiata Morin si alterneranno spazi di degustazione e vendita delle produzioni provenienti da tutta Italia e anche dall’estero, con stand dedicati ai vini e aree destinate a incontri, convegni, all’animazione e alla cucina.

Sostenibilità, gusto e accessibilità sono le parole chiave della manifestazione – prima del suo genere in Italia – con un ricco programma di eventi, per approfondire, conoscere e degustare con consapevolezza.

L’evento gode anche del patrocinio del Ministero dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, oltre che di Regione Liguria e Comune della Spezia.

Il ministro dell’agricoltura Francesco Lollobrigida è atteso nell’evento “Eccellenze dal Mare: le Ostriche Italiane e la loro Importanza Ecosistemica e Culturale nella Strategia del GAL FISH Liguria” previsto il 10 maggio prossimo alle ore 17 alla Passeggiata Morin, insieme al sindaco di La Spezia Pierluigi Peracchini, al Presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria e del GAL FISH Liguria, Enrico Lupi, e altri ospiti presentati dalla giornalista Maria Antonietta Spadorcia, vice direttore del Tg2.

La produzione di ostriche italiana è ancora relativamente bassa: se quella francese si assesta alle 80.000 tonnellate annue quella del Bel Paese è stimata sulle 500 tonnellate annue, di cui solo 180 sono produzioni da “seme”, che è garanzia di un prodotto unico fortemente connotato dall’ambiente marino in cui sono allevate, con eccellenze locali come la rosa di Scardovari, la verde del Golfo dei Poeti, la bianca del Gargano, quella d’oro e quella nera di Goro.

Per informazioni, https://italianoysterfest.it/

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

5 + dieci =