Ottime notizie per il turismo: 11 milioni in viaggio e fondi per i cammini religiosi

0
Foto Personal Guide CC 3.0 sa by

Si calcola saranno quasi 11 milioni di italiani in viaggio per le festività pasquali. Un giro d’affari intorno ai 4 miliardi di euro. Saranno circa 217 mila i passeggeri aeroportuali e 1,5 milioni di presenze in agriturismo. Lo annuncia il Ministero del Turismo sui dati forniti da ENIT, Federalberghi e Coldiretti. “I numeri ci mostrano una Pasqua positiva che, fungendo pure da momento di raccordo tra la stagione invernale e quella estiva, va a confermare il buon andamento del nostro turismo” ha dichiarato Daniela Santanché, titolare del dicastero. “Non solo: è molto importante che – dal mare alla montagna, dalle città d’arte ai piccoli borghi – un po’ tutti i comparti stiano registrando una performance incoraggiante e in linea con le nostre strategie volte alla destagionalizzazione. E se il turismo è tornato a crescere, lo dobbiamo anche a un governo che, credendo nel settore come mai nessun esecutivo prima d’ora, lo ha messo al centro dell’agenda politica con interventi mirati che si tradurranno anche nel primo G7 dedicato a questa industria”.

Al turismo più mainstream si aggiunge quello religioso, con la riscoperta dei “cammini”, che il Ministero sosterrà con oltre 15 milioni di euro aggiuntivi di finanziamento a 40 progetti. Il totale degli stanziamenti arriva a 29 milioni complessivi. L’annuncio è avvenuto durante l’inaugurazione della “Fiera dei Grandi Cammini”. Il Ministero del Turismo, anche in vista del Giubileo 2025, ha lavorato a una strategia per la valorizzazione di questi segmenti che costituiscono un asset fondamentale per l’intero ecosistema turistico.

Gli interventi finanziati sono orientati al miglioramento dei percorsi, alla loro promozione turistica, all’adeguamento – strutturale, funzionale e impiantistico – di immobili pubblici, e alla messa in sicurezza dei percorsi. Molte di queste misure prevedono la realizzazione di opere di ingegneria naturalistica, implementazione della copertura dati lungo i tracciati, creazione di hotspot Wi-Fi per zone poco coperte da segnale e dotazione di dispositivi di primo soccorso. Grande attenzione ad accessibilità e inclusività con interventi inerenti, tra gli altri, all’abbattimento di barriere architettoniche e all’installazione di segnaletica Braille.

Gli interventi riguardano i cammini di San Francesco, San Benedetto e Santa Scolastica e la Via Francigena, ma sono 84 i cammini religiosi catalogati in un registro ufficiale che consente ai percorsi di fede che ne hanno i requisiti di essere ammessi in qualsiasi momento al finanziamento pubblico.

Il prossimo mese è inoltre previsto l’evento “Cammini Aperti”, che si terrà nel fine settimana del 13-14 aprile. Finanziato dal ministero nell’ambito del progetto “Viaggio italiano” e consiste nell’organizzazione di escursioni su 42 cammini coinvolti, 2 per ogni Regione e Provincia autonoma, con oltre 2000 partecipanti, previa iscrizione sul portale dedicato (https://www.italia.it/it/viaggio-italiano/cammini-aperti).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

sei − due =