Miss Italia, 84 anni di libertà in edicola con CulturaIdentità

0

Dopo la pausa estiva torna in edicola oggi, con un numero interamente dedicato a Miss Italia, il mensile CulturaIdentità, fondato e diretto da Edoardo Sylos Labini. In copertina Lavinia Abate, la Miss 2022, con un titolo che è quasi un appello: 84 anni di libertà.

La patron del Concorso Patrizia Mirigliani con una lettera al direttore si chiede “Chi ha paura di Miss Italia?”. Una domanda più che lecita, che nasce dopo gli ennesimi attacchi ricevuti per non aver permesso alle persone trans di partecipare alla gara che incorona la più bella d’Italia ed un invito a ridare a questo questo simbolo identitario del nostro Paese la giusta attenzione mediatica che merita.

Tante le firme che ripercorrono storia e aneddoti che hanno fatto grande il concorso: dal vice direttore de Il Giornale, Francesco Maria Del Vigo a Fabio Dragoni, da Angelo Crespi a Veronica D’Agostino che ci fa viaggiare tra i volti noti della gara, tra le concorrenti da Sofia Loren a Miriam Leone, ai giurati e ai presentatori, da Alberto Sordi a Fabrizio Frizzi. In una pagina speciale Magdi Cristiano Allam descrive la libertà delle donne islamiche negli anni ‘50/’60. Da non perdere le interviste a Caterina Balivo che iniziò la sua carriera proprio dalla passerella di Miss Italia nel 1999 e Lavinia Abate.

La Città Identitaria del mese è Ronsecco nel vercellese con il suo sindaco-presidente della Provincia, Davide Gilardino che si racconta. E poi le consuete rubriche con Artisti che ci porta a Sanremo per la I° Biennale ArtExpo curata da ArtNow, La Città Sostenibile di Asacert, In Viaggio con Itinere alla scoperta dei piatti della cucina regionale.

CulturaIdentità esce in edicola al prezzo di 3 euro e si può acquistare anche in versione digitale sul sito culturaidentita.it

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

2 × due =