Accademia del Cerimoniale, quando coordinare le buone relazioni è un’arte

0

Accademia del Cerimoniale: alta formazione per l’armonia procedurale, la strada per il successo. Perché la forma è ancora sostanza!

A dispetto delle mode più avanzate e della frenesia invasiva dei social, nella nostra società continua a vigere una indiscutibile ferrea garanzia: la forma è ancora sostanza! Persone di culture e tradizioni diverse, infatti, sono sempre più a contatto in un mondo globalizzato, che mette a confronto tradizioni e regole spesso diverse. Così che in occasione degli eventi la corretta gestione dei rapporti istituzionali, ma pure privati, e l’applicazione delle regole protocollari sono elementi importanti e qualificanti. Anzi, determinanti. Fanno la differenza e spesso evitano pericolosi e onerosi scivoloni.

Per questo, al mondo delle relazioni esterne si rivolge l’alta formazione fornita dall’Accademia del Cerimoniale Protocol Academy, di Roma, che affianca istituzioni, privati, associazioni, pubbliche amministrazioni centrali e territoriali, ma anche il mondo accademico, avvalendosi di autorevoli esperti in materia di protocollo nazionale, comunitario e internazionale, diplomatico, pubblico e privato, che hanno maturato una lunga esperienza nei settori istituzionali e d’impresa. Una formazione che punta a insegnare come gestire in modo armonico e rispettoso l’arte di ricevere, la gerarchia, la prossemica, i rapporti con i media, l’araldica, l’abbigliamento e il cerimoniale militare. Coordinare le buone relazioni è un’arte e saperlo fare fornisce un notevole valore aggiunto, una corsia preferenziale verso gli altri. E verso il successo.

Esiste infatti una molteplicità di fattori da tenere in considerazione in ogni occasione pubblica e la peculiarità dell’Accademia del Cerimoniale consiste proprio nell’offrire una formazione ad alto livello per imparare ad apprendere non solamente la forma protocollare, ma anche il linguaggio, i simboli e i comportamenti da adottare in occasione di cerimonie, meeting ed eventi, così come in qualunque circostanza della propria vita: un avvenimento mal gestito può appannare l’immagine dell’istituzione o dell’azienda, compromettere una relazione. Così come, per contro, con la corretta gestione dei rapporti interpersonali organizzati si migliorano e si qualificano le relazioni.

La proposta formativa fornita dall’Accademia del Cerimoniale è articolata in corsi di base, di perfezionamento e di aggiornamento, tutti modulabili sulle esigenze del committente. Le lezioni si svolgono online, evitando così impegnative trasferte.

Particolare attenzione è riservata a diversi temi, come la relazione tra procedure protocollari e sicurezza, i rapporti con i mass-media e le attività di comunicazione (che richiedono una sorta di propria procedura specifica), il protocollo diplomatico e relazioni internazionali, il cerimoniale vaticano, l’arte dell’accoglienza.

Altri temi di particolare interesse per quanti organizzano eventi istituzionali e aziendali, in una sorta di delicatissimo equilibrio di relazioni dove spesso prevale una pericolosa autoreferenzialità, sono la gerarchia e la sua rappresentazione, l’organizzazione degli eventi, ma anche la corrispondenza cartacea ed elettronica, occasioni, stili, regole e la rappresentazione di sé nell’agire sociale, il gesto, la parola, l’abito, il curriculum.

Presidente dell’Accademia del Cerimoniale è Sandro Gori, per molti anni a capo del cerimoniale del Quirinale con diversi presidenti della Repubblica; direttore scientifico è Massimo Sgrelli, che per alcuni decenni è stato capo del cerimoniale della presidenza del Consiglio dei Ministri, autore di diversi autorevoli testi sul cerimoniale e sul protocollo, divenuti strumenti formativi di riferimento anche a livello universitario. Un mix di qualificate professionalità che, con gli altri accademici, consente di tenere un alto profilo formativo che unisce una consolidata esperienza alla teoria e alla pratica.

Il segreto per il successo delle relazioni esterne è quello di usare una giusta ed equilibrata chiave gestionale, che contemperi l’alto e insuperato valore del rispetto personale, delle procedure, delle forme, delle eccellenze e dello stile come imprescindibile contributo all’armonico vivere umano. Perché la forma è ancora sostanza!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui