Woke, quell’assalto pianificato alla nostra civiltà

2

Sotto le colorate bandiere arcobaleno avanza un’ideologia nemica della razionalità e della libertà che nulla ha a che vedere con i diritti civili delle minoranze

Possibile che un grande direttore d’orchestra come Riccardo Muti debba giustificarsi perché non intende cambiare un libretto d’opera del 1858? Possibile che il secondo quotidiano più diffuso in Italia metta sotto processo uno dei capolavori di Wolfgang Amadeus Mozart – il Don Giovanni – descrivendolo come un’opera che “mette in scena da un lato la natura predatoria del patriarcato“? Da quale cappello a cilindro escono questi deliri?

La risposta ce la dà Francesco Erario, nell’articolo sul numero 50 di CulturaIdentità in edicola in questi giorni.

Erario, esperto di wokeismo e autore di un agile e completo manuale per conoscere e capire la nuova ideologia del progressismo globalista (Woke. La nascita di una nuova ideologia. Idrovolante, pp. 175, € 17,00) ci conduce come Virgilio in un inferno fatto di dissonanza cognitiva e decostruzione della realtà, uso della lingua per manipolare i fatti quando non in accordo con le teorie e livore contro i 3.500 anni di civiltà europea in tutti i suoi aspetti.

Dal mito che il “maschio bianco etero” sarebbe la fonte di tutti i mali dell’umanità al “diritto” dei bambini a “cambiare sesso”, da cucù al posto di Gesù alla pretesa che un corpo obeso possa essere altrettanto sano di uno atletico, dal marxismo culturale di Marcuse, Adorno e Horkheimer al decostruzionismo di Derrida, Foucault fino alle “teorie critiche” di Delgado e la Stefancic o al gender della Butler. Una legione che avanza sotto le colorate bandiere arcobaleno con lo scopo dichiarato, anzi urlato, di cancellare la nostra civiltà, considerata in blocco “patriarcale”, “colonialista”, “eteronormativa” e chi più ne ha più ne metta.

Correte in edicola a prendere la vostra copia di CulturaIdentità oppure abbonatevi per riceverla comodamente a casa insieme all’edizione in digitale!

2 Commenti

  1. Assalto alla nostra civiltà??!!?? Quale civiltà? Se fanno il miracolo e trovano in occidente una civiltà da assaltare bisogna ringraziarli.

  2. Quelli che hanno permesso tutto questo sono Meloni e Salvini. Quelli che dovevano abrogare le unioni civili. Quelli che dovevano fermare gli sbarchi. Quelli che stanno zitti di fronte a baci gay in televisione.
    P.S. non compreremo il vostro ciarpame con cui finanziate le politiche di sinistra di questi signori filo-americani

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

diciotto − 6 =