Parte il Festival Città Identitarie: il mito Giannini è già a Potenza

0

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

Dopo una lunga notte di preparativi, tutto è pronto per la prima serata del Festival di CulturaIdentità insieme al direttore artistico Edoardo Sylos Labini.

Parte questa sera alle 18.30 in Piazza Duca della Verdura a Potenza il VII Festival di CulturaIdentità a Potenza con l’incontro Leggere le Città Identitarie dedicato a Maurizio Leggeri, l’ingegnere che studiava l’ambiente per migliorare la vita delle persone e già  Presidente del Comitato Provinciale della Protezione Civile: verrà commentato il suo libro intitolato Una casa sicura per tutti, incentrato sul problema della sicurezza, sia per il pericolo rappresentato dall’obsolescenza dei materiali , sia per le sollecitazioni prodotte da fenomeni esterni, quali frane, alluvioni, terremoti e tornado. Ospiti dell’incontro il prof. Rodolfo Console Presidente Centro Geomorfologia e Adriana Leggeri, moglie di Maurizio Leggeri. L’incontro è moderato dal vicedirettore di CulturaIdentità Fabio Dragoni.

Dalle 21.30 presso Piccolo Teatro CeSAM – Centro Sperimentale delle Arti Mediterranee in via Don Giovanni Minozzi 36 (ingresso libero fino a esaurimento posti) inizierà la serata spettacolo con i saluti di benvenuto di Edoardo Sylos Labini direttore artistico del Festival che chiamerà sul palco l’Assessore al Bilancio Gianmarco Blasi e il fondatore del CeSAM Antonio Colangelo.

Intanto fervono i preparativi per la serata spettacolo con il mito Giancarlo Giannini, che in queste ore è già a Potenza: stasera sarà in prima fila insieme a Marcello Foti direttore del Piccolo Teatro CeSAM e domani salirà sul palco dove reciterà il leggendario discorso che nel 1902 il Presidente del Consiglio Giuseppe Zanardelli, primo capo del Governo dell’Italia a recarsi nel Mezzogiorno, tenne sulla questione meridionale tenne al Teatro Stabile di Potenza.

ABBONATI A CULTURAIDENTITA’

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

1 + 6 =