D’Annunzio, Marinetti, Mazzini e Guareschi nella Rai 2024

0

Consiglio d’amministrazione importante per la Rai quello di giovedì 14 dicembre; è stato infatti avviato l’esame del Piano Industriale 2024 – 2026 che verrà approfondito nei prossimi CDA.

Il Piano Industriale delinea un percorso di evoluzione dell’azienda in “digital media company” puntando fortemente sul rinnovamento tecnologico, con importanti investimenti triennali e includendo interventi di riqualificazione professionale del personale e di change management, anche attraverso l’inserimento di nuove professionalità native digitali. Un ulteriore passo in avanti verso gli obiettivi di efficienza, efficacia, economicità e sostenibilità cari alla nuova governance.

Dalla seduta sono emerse inoltre le novità del palinsesto inverno-primavera 2024, che palesano un deciso cambio di rotta deciso nella narrazione di un paese troppo spesso immemore della propria storia, anche a causa dello stigma che a sinistra hanno sempre posto sul patriottismo, derubricandolo a vezzo sovranista e relegandolo in archivio.

Nei prossimi mesi i telespettatori potranno assistere a La Storia per la regia di Francesca Archibugi, tratto dal capolavoro di Elsa Morante, e Folle D’amore – Alda Merini, tv movie con Laura Morante.

La lunga notte – La caduta del Duce per la regia di Giacomo Campiotti, ricostruirà i drammatici eventi scaturiti dal voto del Gran Consiglio del Fascismo del 25 luglio 1943 che, approvando l’ordine del giorno Grandi, provocò la destituzione e l’arresto di Benito Mussolini. Dino Grandi avrà

 Il volto Alessio Boni reduce dal successo de Il metodo Fenoglio. Spazio anche al dramma dell’esodo istriano ne La rosa dell’Istria con Andrea Pennacchi per la regia di Tiziana Aristarco e al compositore del nostro inno nazionale, Goffredo Mameli di Luca Lucini e Ago Panini, con protagonisti Riccardo De Rinaldis, Amedeo Gullà e Neri Marcorè.

In arrivo anche Il clandestino, sei puntate girate da Rolando Ravello con protagonista Edoardo Leo.

Novità anche su Rai 3 dove torneranno Riccardo Iacona con Presadiretta e Domenico Iannacone con Che ci faccio qui, mentre partirà un nuovo programma in 4 puntate condotto da Edoardo Sylos Labini, su quattro personaggi: Gabriele D’Annunzio, Filippo Tommaso Marinetti, Giuseppe Mazzini e Giovannino Guareschi, già cavalli di battaglia del nostro direttore che li ha interpretati numerose volte in passato. Ancora in cantiere invece un approfondimento settimanale dedicato alla criminalità organizzata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

5 + 7 =